Read Time1 Minute, 40 Second

[…] «creare uno specchio in cui lo spettatore possa osservarsi, riconoscersi e accettare la più dura delle verità». […] È possibile provare empatia anche verso quelli che si macchiano di gesti molto negativi.

(Saverio Costanzo, a proposito del suo film L’amica geniale)

I primi due episodi della nuova stagione de L’amica geniale. Storia del nuovo cognome potranno essere visti al cinema in anteprima esclusiva come evento speciale solo il 27, 28 e 29 gennaio.

La nuova serie di Saverio Costanzo, tratta dal secondo libro di Elena Ferrante, (edito da Edizioni E/O), andrà in onda prossimamente in onda su Rai1. Le nuove puntate della serie (8 episodi da 50’) riprendono la storia dal punto in cui era terminata la prima stagione.

L’evento al cinema, con la proiezione dei primi due episodi della serie, è distribuito in esclusiva da Nexo Digital con i media partner Radio DEEJAY e MYmovies.it. 

«Prima lavoravo sulla tragedia – ha dichiarato Saverio Costanzo in un’intervista a VanityFair in occasione della prima uscita della serie, nel 2018 – e per quanto mi impegnassi a inseguire l’epica, non la trovavo mai. Tutte le mie storie si infilavano in un gorgo. Sprofondavano senza redenzione. Seguendo Ferrante mi sono sforzato di non perdere il senso tragico della vicenda disegnando al tempo stesso un orizzonte etico. Invece di portare i miei protagonisti all’inferno senza farli riemergere, ho concesso loro uno spazio in cui rendere accettabile la realtà drammaturgica dei loro personaggi. È possibile provare empatia anche verso quelli che si macchiano di gesti molto negativi».

L’amica geniale-storia del nuovo cognome è prodotta da The Apartment e Wildside, parte di Fremantle, e da Fandango in collaborazione con Rai Fiction, in collaborazione con HBO Entertainment e in co-produzione con Umedia. La serie ha visto la partecipazione di 125 attori e migliaia di comparse, circa 8500 maggiorenni e 860 minorenni, e la realizzazione di circa 2.000 costumi tra realizzazioni originali e di repertorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *