Press "Enter" to skip to content

“La bellezza imperfetta” di Davide Vigore al Festival di Venezia

Melino Imparato sul set de “La bellezza imperfetta” (photo by @RepubblicaPalermo)

Il cinema emergente siciliano sarà presente alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia con il cortometraggio “La bellezza imperfetta”, scritto e diretto dal giovane regista Davide Vigore, già pluripremiato in decine di festival internazionali per i suoi precedenti film brevi, da “Fuorigioco” a “Compagna solitudine” fino a “La Viaggiatrice”. Prodotto da Labirinto Visivo con il sostegno del Mibac, di Siae e con il contributo della Sicilia Film Commission, “La bellezza imperfetta” parteciperà al concorso Giovani Autori Italiani (I Love Gai). Protagonisti del film Melino Imparato, attore teatrale e collaboratore per anni del maestro Franco Scaldati e la giovane Victoria Pisotska, al suo esordio cinematografico. Il film è impreziosito anche questa volta dalla fotografia di Daniele Ciprì e dal montaggio di Riccardo Cannella.


Davide Vigore, già allievo del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo, ha scritto la sceneggiatura del film mentre si trovava a Roma per lavorare a “Loro”, il film di Paolo Sorrentino:  “Mi sono ispirato a Palermo – dichiara Vigore –  , una città che sento molto mia perché è stimolante e perché, negli anni in cui ci ho vissuto, mi ha regalato esperienze straordinarie”.

Il film di Vigore racconta la storia di Girolamo Scimone (Melino Imparato), un uomo di 65 anni che vive in una Palermo oscura. Schivo e riservato col resto del mondo, Girolamo ha sempre avuto un rapporto conflittuale con le donne fino a quando incrocia lo sguardo timido e impaurito di Victoria (Victoria Pisotska),  ragazza ucraina giunta in Italia con l’inganno. Per la prima volta nella sua vita avverte dentro di sé il suo unico desiderio, vivere l’imprevisto.

Davide Vigore

Condividi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mission News Theme by Compete Themes.