Read Time2 Minute, 16 Second

In attesa di Sanremo 70, scopriamo insieme i piatti tradizionali sanremesi. La prima ricetta? La Sardenaira

Il Festival di Sanremo, giunto alla settantesima edizione, è un appuntamento immancabile per tutti gli italiani. Ma Sanremo non è solo Festival della canzone e fiori; la cittadina, come tutta la Liguria, gode di un meraviglioso e vasto panorama enogastronomico.

Come tutte le cucine regionali anche quella sanremese si basa su ingredienti semplici, a volte poveri, che diventano i protagonisti di piatti gustosi e appaganti.
Abbiamo pensato per voi alcune ricette che potrete gustare davanti alla tv, pronti per seguire il Festival e per scoprire le specialità gastronomiche di Sanremo.

Non è una focaccia, non è una pizza, ma è “La Sardenaira”, una ricetta unica che si può gustare nel territorio della provincia di Imperia e, in particolar modo, proprio a Sanremo.

Si tratta di un impasto lievitato, molto simile alla focaccia, ma alto e soffice, condito con un po’ di pomodoro, olive taggiasche in salamoia, aglio, capperi e acciughe sottolio: un piatto dal sapore deciso e irresistibile.

Speciale: Le ricette di Sanremo

Ecco come preparare la “Sardenaira”

Ingredienti per l’impasto:
300 g di farina 00
200 ml di acqua tiepida
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
½ cubo di lievito di birra naturale
1 cucchiaio di sale
½ cucchiaino di zucchero
per la salsa al pomodoro
4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
½ cipolla
1 acciuga
250g passata di pomodoro
per condire
100g olive taggiasche sottolio
8 filetti d’acciuga sottolio
2 cucchiai di capperi
6 spicchi d’aglio
Origano
Olio extra vergine d’oliva

Preparazione:
Sciogliete il lievito e un pizzico di zucchero in un poco di acqua tiepida. Versate la farina sulla spianatoia e impastatela con il lievito stemperato, 5 cucchiai di olio e un poco di acqua. Dopo qualche istante aggiungete altra acqua tiepida in cui avrete sciolto due prese di sale, lavorate fino a ottenere una consistenza morbida ed elastica. Formate una palla di pasta, copritela con un canovaccio pulito e lasciatela riposare per 2 ore in luogo tiepido.

Per la salsa al pomodoro tritare la cipolla finemente e rosolarla in un pentolino con l’olio extra vergine d’oliva. Quando la cipolla si sarà imbiondita, aggiungere il filetto d’acciuga, facendolo sciogliere per qualche istante nell’olio e aggiungere la salsa al pomodoro. Cuocere per 15 minuti a fuoco dolce. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente il sugo.

Oliare una teglia e stendere l’impasto con le dita ben inumidite, cospargere la superficie della focaccia con le olive taggiasche, i filetti d’acciuga, i capperi (ben sciacquati se sotto sale), gli spicchi d’aglio in camicia e terminare con una bella spolverata di origano e abbondante olio extra vergine d’oliva.
Cuocere in forno preriscaldato statico a 220°C/200°C ventilato per 35 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *