Taobuk e il primo contest internazionale di architettura “Lo Spazio dei Libri”

Read Time2 Minute, 23 Second

L’aspetto tecnico del contest sarà coordinato da un comitato tecnico scientifico composto da un team di architetti e direttori tecnici di design

Dopo l’annuncio di Taobuk 2021, il fortunato festival letterario taorminese ricrea una commistione perfetta tra la letteratura e altre forme di arte e tecnica, inaugurando la prima edizione del contest internazionale di progettazione architettonica “Lo Spazio dei Libri”, chiamando all’appello le energie di studenti di ingegneria o architettura italiani e stranieri regolarmente iscritti ai rispettivi corsi di laurea. Ai concorrenti è richiesta la progettazione di un’installazione che sarà posizionata in Piazza IX aprile, durante l’undicesima edizione del Taobuk dal 17 al 21 giugno.

I candidati avranno tempo fino al 19 aprile per progettare e presentare quello che sarà un «“progetto tridimensionale” capace di esprimere l’incontro fra letteratura e architettura». Le dimensioni dell’opera avranno il limite di 2,5×2,5 mt in pianta e 5 mt di altezza. L’opera dovrà rispondere anche a caratteristiche specifiche circa i materiali usati e la funzionalità: la struttura deve essere il legno, «in un equilibrio tra sostenibilità e design», come descritto dai comunicati del contest, e dovrà permettere la seduta di una o più persone, così come la possibilità di leggere e conservare alcuni libri.

Per ulteriori informazioni, il bando potrà essere scaricato qui.

Piazza IX Aprile, Taormina

Nella giuria selezionatrice compaiono le scrittrici Helena Janeczek ed Evelina Santangelo, l’archistar spagnola Fran Silvestre e l’architetto Giovanni Francesco Tuzzolino.

La cura de Lo Spazio dei Libri sarà invece affidato al comitato scientifico composto da Antonella Ferrara (Presidente del Taobuk), dal già citato Tuzzolino e dal Presidente della Consulta Architetti Siciliani Pino Falzea. Tra i curatori del contest vi sono anche Ali Abu Ghanimeh, Presidente del Forum Internazionale Architetti del Mediterraneo, e Sahar Attia, del Dipartimento di Architettura del Cairo.

L’aspetto tecnico del contest sarà coordinato da un comitato tecnico scientifico composto da un team di architetti e direttori tecnici di design, che proclameranno, entro il 3 maggio, il progetto vincitore, con i risultati che saranno pubblicati sul sito di Taobuk oltre che condivisi sui canali social ufficiali. Il vincitore sarà invitato in un panel dedicato durante l’edizione di Taobuk 2021, per parlare del «rapporto tra il libro e lo spazio che lo contiene», al fianco di altre personalità di spicco del settore architettonico e letterario.

Ancora una volta il Taobuk tenta di sorprendere, con quell’intuito che cerca di mescolare originalità e un certo sperimentalismo nel creare un legame tra più forme d’arte, in un continuo dialogo multidisciplinare che abbia come fine ultimo l’invito alla lettura, il sostegno alla letteratura e a tutte le altre forme d’arte, l’aggregazione sociale nata dall’incontro di interessi comuni e la valorizzazione della bellezza e delle competenze di cui la Sicilia riesce a essere un importante incubatore e propulsore.

Antonino Mangano

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Sicilia: inaugurato a Catania il secondo Hub regionale per la vaccinazione antiCovid

Lun Mar 1 , 2021
La struttura sarà operativa da domani, 2 marzo, e potrà contare su 55 postazioni