Brunello Cucinelli entra nel SUSTAINABLE MARKET INITIATIVE

Read Time1 Minute, 59 Second

Brunello Cucinelli scende in campo per rendere il sistema moda più sostenibile. Il brand dell’omonimo designer italiano è da sempre sinonimo di eleganza e stile in tutto il mondo, e adesso si appresta a diventare anche un paladino dell’ambiente.

Tutti parlano di rendere la filiera ecosostenibile, cambiare i processi di produzione, rendere il pubblico più consapevole di cosa indossa, e la sua provenienza, ma è necessario operare su più fronti, ed entra in scena la Prince Trust.

IL MADE IN ITALY PER L’AMBIENTE

Non si rischia di perdere la testa nell’affermare che il Principe Carlo è uno dei principali campioni dell’ambiente. Il suo impegno per la salvaguardia della Terra viene da molto lontano, e grazie alla sua fondazione, la Prince Trust appunto, ha portato avanti numerose iniziative, tra le quali The sustainable market initiative, progetto che mira a voler creare filiere di produzioni sostenibili all’interno del settore moda.

Da qualche anno, la Prince Trust ha affidato la guida della Fashion Task Force a Federico Marchetti, ex CEO si Yoox/Net-a-Porter, e adesso la task force e Cucinelli uniscono le forze per l’Himalayan Regenerative Fashion Living Lab: il progetto punta a ripristinare la naturale armonia tra l’ambiente e le piccole comunità di alcune zone dell’Himalaya, e a catena creare una filiera sostenibile per la moda. Si comincerà dal recupero e dal tramandare abilità artigianali e tessili del cashmere, del cotone e della seta, in questo modo si punterà a creare, e dove esistenti migliorare, le economie himalaiane.

La collaborazione tra la Fashion Task Force e Cucinelli è stata annunciata lo scorso 9 Maggio a Buckingam Palace, e il designer italiano si è detto onorato di poter partecipare ad un’iniziativa tanto nobile, ringraziando Federico Marchetti e il Principe di Galles per l’occasione. “Federico ha saputo concepire la bellissima, affascinante idea di mettere insieme alcuni brand della moda mondiale per provare a migliorare il nostro pianeta”

E riguardo al progetto, ha dichiarato:” È con sincero entusiasmo che abbiamo accettato di partecipare ad un progetto di altis-sima umanità, affinché diverse popolazioni possano continuare a vivere nei luoghi della loro antica vita in armonia con la natura. Come da noi, sono convinto che paesaggio, economia, artigianato e tradizioni siano parte di un tutto, che il progetto della Himalayan Regenerative Fashion Living Lab concepisce genialmente come un tutto olistico”.

Cristina Izzo

Press Office, Press Reviewer, Web Content Creator, Collaborator for LaTuaNotizia,

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

La Mostra di Fotografia naturalistica di Vincenzo Cohen al Museo Civico di Rende 

Dom Mag 15 , 2022
Sarà inaugurata giorno 21 Maggio alle ore 18.30 presso il Museo Civico di Rende (CS) la mostra fotografica di Vincenzo Cohen dal titolo Imposing Wilderness (Imponente deserto). L’esposizione, ubicata presso le sale di Palazzo Zagarese nella suggestiva cornice dell’antico borgo di Rende, è costituita da fotografie naturalistiche frutto del reportage […]