Read Time1 Minute, 42 Seconds

È prevista per il 13 ottobre dalle 10.00 alle 12.30 l’adesione del MuMe alla F@Mu (Giornata nazionale delle famiglie al museo).

Le attività predisposte verteranno su arte, letteratura e intrattenimento per l’infanzia e saranno l’occasione per avvicinare i più piccoli e le famiglie al mondo della cultura, oltre a permettere alle famiglie di passare dei momenti di socialità all’insegna dell’apprendimento e della sensibilizzazione all’arte e alla bellezza, al dialogo, alla condivisione di idee ed esperienze.

Il gruppo di promozione alla lettura Mattixleggere di Messina e provincia sarà impegnato nella proposta di letture “kidsfriendly”, studiate appositamente per un pubblico giovane, a cui farà seguito una caccia al tesoro che si snoderà tra i corridoi del Museo Regionale di Messina. Infine sarà lasciato spazio libero alla creatività dei bambini, che saranno invitati a realizzare un disegno sull’esperienza vissuta durante il resto della giornata.

Per partecipare alla Giornata Nazionale delle famiglie al museo, con riferimento al Museo Regionale di Messina, sarà possibile prenotare ai numeri 3314240246, 3387838294, 3887831897 o 3387838287.

Altrimenti si può ricorrere all’indirizzo di posta elettronica urpmuseome@regione.sicilia.it

Per i bambini e gli studenti fino a 18 anni e per le categorie previste dalla normativa è previsto l’ingresso gratuito.

Le giornate nazionali o internazionali che permettono questa apertura museale e l’opportunità di aggregare sono forse sintomo di un interesse sempre crescente per l’ambito culturale e di una presa di consapevolezza della necessità di valorizzare il patrimonio artistico-culturale italiano, uno dei più ricchi, se non il più ricco al mondo. Secondo le ultime ricerche di Boston Consulting la produttività dei soli siti statali costituisce il 1,6% del PIL italiano, per un giro d’affari di 27 miliardi di euro.

Il bacino di attrazione di utenza, se ben valorizzato, potrebbe far ammontare la somma a valori molto più importanti.

Per il momento, bisognerà solo accogliere con favore queste iniziative sempre più numerose e valutare se le politiche attuate e il cammino dell’adesione alle giornate sortisca degli auspicabili effetti positivi ed evidenti sull’innalzamento degli standard culturali ed economici delle realtà che vi aderiscono.

0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close