Ortica, una pianta tutta da scoprire

Read Time2 Minute, 42 Second

L’ortica è una pianta infestante nota a tutti per via delle sue proprietà urticanti. Meno conosciute sono però le sue proprietà benefiche e curative, che la rendono un’efficace pianta medicinale, particolarmente utilizzata in erboristeria.

L’ortica contiene flavonoidi, cumarina, acidi fenolici, tannini, polisaccaridi, minerali (calcio, potassio, ferro e silicio) e vitamine A e C. A scopo curativo si utilizzano principalmente le foglie e le radici secche. Le foglie di ortica svolgono un’azione tonica, depurativa e diuretica. Le stesse alleviano i disturbi urinari e i dolori articolari.

Il consumo di ortica è inoltre utile a tutti coloro che soffrono di anemia o carenza di ferro, con particolare riferimento alle donne in età fertile. All’ortica sono attribuite proprietà emostatiche e antidiabetiche. L’assunzione di ortica viene consigliata per favorire la regolarità intestinale ed in caso di episodi di dissenteria.

L’ortica è anche un rimedio tradizionale contro le allergie primaverili, inibendo i processi infiammatori propri di questi disturbi.

La sua ricchezza di oligoelementi la rende una validissima remineralizzante naturale, adatta ad essere consumata da parte di coloro che soffrono di artrite e di malattie di tipo reumatico.

Per uso esterno ha effetto emolliente, grazie al quale viene impiegata nel trattamento delle malattie croniche della pelle, specialmente in caso di eczemi, eruzioni cutanee e acne, pulisce, rigenera e rende più bella la pelle.

Fin dall’antichità era usanza raccoglierla prima della primavera inoltrata, quando veniva sfruttata in cucina.

Nelle preparazioni è sufficiente sbollentare le foglie di ortica per pochi minuti, per poterle in seguito sminuzzare ed utilizzare come ingrediente per la normale preparazione di risotti, minestroni, zuppe, vellutate e torte salate. Insieme a patate lessate schiacciate e erbe aromatiche, le foglie d’ortica tritate possono costituire il ripieno per degli ottimi ravioli caserecci.

Noi vi proponiamo 2 ricette per provarla.

Frittata di ortiche

Ingredienti per 2 persone
200 g di ortiche
3 uova
20 g di parmigiano grattugiato
Olio (o burro), sale e pepe q.b.

Preparazione
Per prima cosa puliamo le ortiche; per questa operazione utilizzate dei guanti di lattiche, poiché le ortiche hanno un effetto molto orticante. Sciacquare abbondantemente e più volte le ortiche in acqua fredda e scolarle bene.
Lessatele in acqua bollente salata per circa 10 minuti, trascorso il tempo strizzatele bene.
Sbattete le uova, unite del parmigiano e condite con sale e pepe. Fate saltare l’ortica tritata grossolanamente in una padella antiaderente con un filo d’olio d’oliva o una noce di burro, poi aggiungete il composto di uova e procedete nella cottura un lato per volta, aiutandovi con un coperchio al momento di ribaltarla. Servite tiepida.

Risotto alle ortiche

Ingredienti
Risotto 350 g
Ortica 200 g
Vino bianco 100 ml
Parmigiano 50 g
Brodo vegetale q.b.
Cipolla rossa 1
Burro 20 g
Olio di oliva extravergine, sale e pepe q.b.

Preparazione
Affettate la cipolla sottilmente e quindi ponetela in padella per farla dorare insieme all’olio bollente.
Unite le foglie di ortiche che avrete in precedenza sbollentate e scolate e quindi fate tostare il riso. Unite il vino bianco e dopo averlo fatto sfumare abbassate la fiamma.
Aggiungete ora il brodo vegetale, mestolo per mestolo, e completate la cottura. Una volta pronto rimuovete dalla fiamma ed unite il formaggio ed il burro regolando di sale e pepe e lasciando mantecare.

Daniela Musarra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Sant'Agata di Militello: confiscato il patrimonio di un imprenditore vicino alla famiglia mafiosa di Mistretta

Ven Mag 3 , 2019
LA Dia di Messina, insieme al Centro Operativo Dia di Catania, ha eseguito, su disposizione della sezione Misure di Prevenzione del Tribunale, la confisca del patrimonio di Antonino Smiriglia, un imprenditore di Sant’Agata di Militello (Me) che opera nel settore del movimento terra e della produzione del calcestruzzo, ritenuto vicino […]