The Maptique vi porta alla scoperta delle meraviglie italiane

Read Time1 Minute, 58 Second

In questa estate così particolare, la riscoperta delle bellezze italiane non è solo la mancata opportunità di un viaggio all’estero, quanto un viaggio alla scoperta, per molti per la prima volta, di luoghi italiani che incantano.

Non tutte le mete sono piene di movida come Mykonos e Ibiza, non tutte sono esclusive come le Maldive, ma questo non vuol dire che moltissime località siano prive di fascino o di attrattive. Anzi: borghi storici e spiagge incontaminate sono piccoli pezzi di paradiso troppo spesso poco valorizzati. E se le app di prenotazione offrono sempre le solite mete, come fare per scoprire “il resto”?

A questa domanda risponde The Maptique, progetto tutto italiano che promette all’utente di far conoscere le mete nascoste d’Italia. The Maptique nasce da un’idea di Paola Mapelli e Agnese Violati: fornire all’utente un’experience completa, fatta di informazioni e viaggi veri e propri. Partendo dal presupposto che prima di prenotare una qualsiasi vacanza, ognuno si informa sul luogo dove andrà (alberghi, spostamenti, luoghi in cui mangiare, posti da visitare, tour, mostre, giusto per citare i fondamentali), Violati e Mapelli hanno creato una parte prettamente editoriale di The Maptique, dove è possibile consultare guide di viaggio e leggere interviste.

Per la parte viaggio in sé, The Maptique vanta delle referenze di prim’ordine (vedi alla voce Calzedonia, Max Mara): fondata nel 2018, comincia come digital boutique agency specializzata in strategie di comunicazione tailored, tramite la promozione e il rafforzamento dell’immagine del brand con la creazione di contenuti, attività di Digital PR ed eventi, le “experiences”. Quelle che offrono adesso ad un pubblico più ampio.

Ma cosa offrono le “experiences” più di un viaggio qualunque? Qualcosa di diverso, un viaggio che si discosti dal classico giro turistico, a cominciare dal luogo di soggiorno, che unisce design, cura del dettaglio e relax. Per questa Estate tutta italiana, Violati e Mapelli hanno ristretto il loro raggio di azione ad alcune specifiche mete, come l’Alpe del Lupo, villa dell’Ottocento a Blessagno nei pressi del Lago di Como, l’Albergo Ca’ Spiga a Laglio, Villa Arnica, immersa in un parco di vigneti in Alto Adige, Locanda in Tuscany, luxury country resort immerso nelle campagne di Castiglione d’Orcia; e ancora Iuta Farm, l’esclusivo glamping a Noto e La Fustaia, a Sarzana.

Pronti a scoprire i tesori d’Italia?

Cristina Izzo

Press Office, Press Reviewer, Web Content Creator, Collaborator for LaTuaNotizia,

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Efficienza energetica in Sicilia: pubblicato un bando per i siti culturali dell'Isola

Mar Lug 28 , 2020
Musumeci: “E’ come se piantassimo in Sicilia sessantamila alberi, creando un polmone verde a beneficio della nostra terra e delle future generazioni che potranno in tal modo vivere in un ambiente più salubre”