Messina, il 25 e 26 gennaio in scena “Patres” per Clan Off Teatro

Read Time1 Minute, 33 Second

Quinto appuntamento per “Riflessioni”, la Stagione del Clan Off Teatro di Messina (via Trento): sabato 25 gennaio arriva Patres

Al Clan Off, questo fine settimana, uno spettacolo imperdibile, atteso e pluripremiato: “Patres” di Saverio Tavano, quinto appuntamento della Stagione  Teatrale “Riflessioni” targata Clan degli Attori.

Sulla riva bagnata dal Mar Tirreno, un giovane Telemaco di Calabria scruta senza realmente vederlo quell’orizzonte che lo separa dal padre. L’attesa a svelare distacco, mancanza. L’attesa a tradurre desiderio, di familiarità o conoscenza. Il nostos dei greci è del resto viaggio, nostalgia, finanche dolore. Perché chi resta è orfano, ereditiere del nulla e costretto pertanto a recuperare quello scarto tra presente e passato che connota l’individuo nell’universo.

Il giovane tende le mani verso il mare. Un gesto semplice nella complessità della paralisi di chi attende. Il mare di rimando a scrutarlo, a tendergli metaforicamente la mano e a guidarlo nel cammino da compiere in una terra molte volte ostile.

L’erranza è un rischio. Specie se attendi quel pater che ti ha legato a una corda affinché non ti perdessi ed è fuggito via, inseguendo il sogno delle spiagge esotiche di Santo Domingo. E non è esattamente come aspettare Godot, ma è pur vero che l’attesa di un Ulisse senza patria e senza il coraggio della testimonianza può rivelarsi parimenti vana.

PATRES
di Saverio Tavano
con Dario Natale e Gianluca Vetromilo
regia Saverio Tavano
produzione Scenari Visibili
Premio Pradella Teatro dei Filodrammatici 2018
Miglior spettacolo Festival Inventaria 2014
Premio contro le mafie del MEI 2014
Secondo premio al Festival Teatrale di Resistenza Museo Cervi 

Sabato 25 gennaio, ore 18.30 ed ore 21.30 – Domenica 26 gennaio, ore 18.30 – Clan Off Teatro, via Trento 4 – Messina

Info e prenotazioni al 388 811.06.18 oppure sul sito
www.clandegliattori.it alla sezione prossimi eventi
Consigliata la prenotazione

Edgar Allan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

"Senza distinzione di genere": il nuovo programma di Rai Cultura sul rapporto tra donne e Corte Costituzionale

Gio Gen 23 , 2020
Il lungo cammino verso la parità attraverso le tappe che hanno intrecciato la storia delle donne italiane con quella di un organo di garanzia che ha spesso fatto sentire la propria, autorevole voce: la Corte costituzionale, garante della nostra Carta costituzionale e dei diritti dei cittadini