Edilizia scolastica, D’Angelo (M5S): “In arrivo oltre 8 mln e 800 mila euro per i plessi della Città Metropolitana Messina”

Read Time1 Minute, 7 Second

Nuove risorse per l’edilizia scolastica: “In arrivo oltre 8 mln e 800 mila euro per le scuole secondarie di secondo grado della Città Metropolitana di Messina” annuncia la senatrice messinese del MoVimento 5 Stelle, Grazia D’Angelo

La senatrice Grazia D’Angelo (M5S)

“Via libera per l’assegnazione da parte del Ministero della Pubblica Istruzione di 855 milioni di euro per il finanziamento di interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole secondarie di secondo grado su tutto il territorio nazionale.

Di questi, oltre 8 milioni e 800 mila euro saranno destinati ai plessi scolastici della Città Metropolitana Messina.

Un finanziamento importante, che si aggiunge a quelli già realizzati in precedenza, che testimonia l’impegno del Ministro Lucia Azzolina e del nostro Governo, per avere delle scuole sicure, moderne e sostenibili dal punto di vista ambientale. 

Investire sempre più risorse economiche in edilizia scolastica è fondamentale per apportare le migliorie necessarie al nostro sistema-scuola, creando ambienti più sicuri per gli studenti e il personale che lavora al suo interno. Stiamo realizzando un grande piano di rigenerazione che le istituzioni scolastiche aspettavano da troppi anni”, così in una nota la senatrice messinese del MoVimento 5 Stelle, Grazia D’Angelo.

Gli Enti Locali dovranno presentare al Ministero dell’Istruzione, entro il prossimo 17 novembre, gli elenchi degli interventi da finanziare, indicandone anche l’ordine di priorità.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Economia e salute: a Catania istituzioni ed esperti europei per parlare del futuro post-COVID

Mer Ott 7 , 2020
Tra gli ospiti anche il Vice Ministro Sileri, il Presidente dell’ISS Brusaferro, esponenti di OMS e OCSE, accademici, gli Assessori regionali alla Salute di Piemonte, Emilia Romagna e Sicilia per parlare di resilienza e competitività dei sistemi sanitari