Siracusa: riapre il Museo archeologico regionale “Paolo Orsi”

Read Time1 Minute, 42 Second

Oggi, 25 agosto, riapre al pubblico il Museo archeologico regionale “Paolo Orsi” di Siracusa, uno dei più importanti musei archeologici d’Europa per la documentazione della preistoria e della protostoria della Sicilia e per le celebri opere di arte greca e romana, ceramiche, marmi e decorazioni architettoniche.

Il Museo accoglierà, inoltre, nelle prossime settimane la mostra “Il kouros ritrovato” che era già stata allestita prima a Palermo e poi all’interno del Castello Ursino a Catania.

“Già da parecchie settimane, anche accogliendo le istanze contenute nella petizione sottoscritta da numerosi docenti universitari, ho fatto grande pressione sulla dirigenza del Museo affinché si provvedesse ad effettuare i necessari adeguamenti di sicurezza e sanitari per la riapertura del Museo. Restituire alla fruibilità il Paolo Orsi – dice Alberto Samonà, assessore dei Beni culturali e dell’identità siciliana – è un impegno che ho sentito di assumere nei confronti dei siciliani e del mondo della cultura internazionale che ne ha caldeggiato la riapertura, ma anche un atto dovuto per la Città di Siracusa, oltre che un modo attraverso cui il governo regionale può onorare al meglio la memoria del compianto Calogero Rizzuto, direttore del Parco archeologico di Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro e di Silvana Ruggeri, funzionaria del Museo Paolo Orsi, entrambi uccisi dal Covid”.

Il Museo sarà aperto dal martedì al sabato dalle 9 alle 19 con orario continuato, la domenica e i festivi dalle 9 alle 14. La prenotazione è obbligatoria per garantire il rispetto delle procedure di sicurezza e potrà essere effettuata attraverso https://aditusculture.com/biglietti/sicilia/siracusa/museo-archeologico-regionale-paolo-orsi 

L’accesso è consentito a quattro persone per volta con un intervallo di 15 minuti tra un ingresso e l’altro. Nel caso di gruppi con accompagnatore è consentito un accesso massimo di 10 persone.

Saranno visitabili il Medagliere e i settori C e D nel rispetto della normativa di sicurezza, ovvero con uso della mascherina e rilevazione della temperatura. Le visite hanno una durata media di un’ora e mezza. Il costo del biglietto è di 8 euro (4, ridotto).
 

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Jennifer Lopez debutta nel beauty

Mar Ago 25 , 2020
Il settore del beauty è tra i pochi a non aver conosciuto crisi: il mondo va a rotoli, ma non è mica una buona scusa per non prendersi cura di sé o rinunciare al makeup del giorno.