Read Time1 Minute, 12 Seconds

28 morti per overdose da ogni tipo di droga dall’inizio dell’anno nel nostro Paese, range di età, come primo approccio, sceso addirittura a 10-14 anni, con una incredibile facilità di acquisto delle sostanze stupefacenti anche su internet.


Partendo da questa fotografia, il Settore Educazione del Comune di Cosenza ha organizzato, per stamani, venerdì 15 febbraio, alle ore 10, 15, alla scuola media Zumbini (via Riccardo Misasi) un incontro fra le terze medie e il direttore del Serd di Cosenza, Roberto Calabria. Il programma prevede i saluti del Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Zumbini, Marietta Iusi e dell’Assessore alla scuola di Palazzo dei Bruzi, Matilde Lanzino Spadafora. “Siamo impegnati da un biennio nei progetti esperienziali di prevenzione del disagio e delle dipendenze – ha detto il dirigente del settore educazione, Mario Campanella nel presentare l’iniziativa – e abbiamo attività in corso in tutte le scuole medie cittadine.
Grazie all’impegno del sindaco Mario Occhiuto – ha aggiunto Campanella – e del vice Sindaco Jole Santelli, che è anche vice Presidente della commissione parlamentare antimafia – siamo impegnati a intensificare le attività sul territorio, consapevoli di dover far fronte a minacce che pesano sulla crescita dei nostri figli, come le droghe, l’alcol, le new addictions.
Come si legge nella locandina redatta dalla prof. ssa Tiziana Pulice – ha affermato ancora Campanella – è necessario saper ascoltare i ragazzi nella evoluzione psicofisica e questo appuntamento, che è il primo di una serie che riguarderà tutte le scuole cosentine, si prefigge proprio questo obiettivo”.

0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close