“Nel territorio siciliano continuano a proliferare “terre di nessuno”: discariche a cielo aperto che sfigurano il territorio, strade e spazi periferici sacrificati alle pratiche incivili dell’abbandono incontrollato dei rifiuti, sversamenti e combustione illecita di rifiuti, con conseguente rischio sanitario”, spiega la bagherese Licatini.