Ambiente, M5S: limitazione all’uso di palloncini e bicchieri di plastica “svolta epocale”

Read Time1 Minute, 15 Second

Una norma fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle che ha l’obiettivo di prevenire e ridurre l’impatto sull’ambiente di determinate tipologie di plastica. Tra queste è stata inserita la limitazione all’uso di palloncini di plastica e l’inclusione dei prodotti monouso anche dei bicchieri di plastica

Con grande soddisfazione all’articolo 22 della legge di delegazione europea, che detta i principi per l’attuazione della direttiva (Ue) 2019/904, è stata inserita – grazie un emendamento a prima firma della senatrice M5S Barbara Floridia e su cui concordano tutti i membri della commissione M5S Ambiente Vilma Moronese, Virginia La Mura, Patty L’Abbate, Ruggiero Quarto, Emma Pavanelli, Mattia Crucioli –  una norma fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle che ha l’obiettivo di prevenire e ridurre l’impatto sull’ambiente di determinate tipologie di plastica. Tra queste è stata inserita la limitazione all’uso di palloncini di plastica e l’inclusione dei prodotti monouso anche dei bicchieri di plastica”. A dichiararlo sono i senatori e le senatrici M5S della commissione ambiente al Senato.

Barbara Floridia

Una svolta epocale che inciderà in modo sostanziale sull’inquinamento dei nostri mari, tutelando le specie che lo abitano. A proposito dei palloncini, va ricordato lo studio della University of Tasmania che li mette al terzo posto tra i rifiuti più pericolosi per foche, tartarughe e uccelli marini. Un dato che rende bene l’idea di quanto questi oggetti, per molti innocui, siano invece tra gli inquinanti più letali del Pianeta”, concludono i senatori M5S.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Libero Cinema in Libera Terra: ultime due tappe, in Calabria e Sicilia, per la 15° edizione del festival di cinema itinerante

Ven Set 18 , 2020
Sempre più al Sud i due ultimi appuntamenti della 15° edizione di “Libero Cinema in Libera Terra”, festival promosso da Cinemovel e Libera, che ha fatto tappa nelle terre confiscate alle mafie di sei regioni italiane ((Lombardia, Toscana, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia).

Non perderti anche