Zone Franche Montane Sicilia: domani i sindaci, a Roma, per fiscalità di sviluppo. Il sostegno di Anci e l’interrogazione all’Ars

Oltre 100 sindaci dell’Associazione Zone Franche Montane Sicilia giovedì 6 maggio saranno in piazza di Montecitorio a Roma per chiedere la fiscalità di sviluppo

Read Time2 Minute, 20 Second

Più di 100 sindaci dai ministri Carfagna e Gelmini ed altre  rappresentanze istituzionali e politiche. Da piazza Montecitorio, diretta Fb, dalle 9.30 alle 13.00

Sono già in viaggio più di cento sindaci e amministratori siciliani coordinati dall’Associazione Zone Franche Montane Sicilia, diretti a Roma per rivendicare, domani, giovedì 6 maggio, il diritto di residenza nelle terre in cui sono nati e che hanno scelto per vivere, chiedendo il riconoscimento della fiscalità di sviluppo per compensare gli svantaggi dovuti all’altezza dei luoghi. Dalle ore 9.30 alle 13.00 è prevista un’adunanza in piazza di Montecitorio, con diretta Facebook dalla pagina “zonefranchemontane”, l’hashtag è #dirittodiresidenza. Lo scopo dell’iniziativa pubblica è sensibilizzare la deputazione di Camera e Senato ad esitare la Legge obiettivo approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana il 17 dicembre 2019, per il riconoscimento delle Zone Franche Montane che è in attesa da di 2211 giorni. 

Gli incontri istituzionali con i ministri Carfagna e Gelmini e con i partiti

La delegazione degli amministratori delle “Terre Alte” di Sicilia sarà ricevuta dal ministro per il Sud e la coesione territoriale Mara Carfagna, dal ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini e da altre rappresentanze istituzionali e politiche tra cui: i capigruppo di Senato e Camera, del Movimento Cinque Stelle, Forza Italia, Lega, Pd, Fratelli d’Italia e Italia Viva; alle 12.30, dallo staff tecnico del presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico; quindi da Claudio Maria Galoppi, consulente giuridico della presidente del Senato, Elisabetta Casellati; dal presidente della commissione Finanza e Tesoro, Luciano D’Alfonso. Nel pomeriggio, nella sala Nassiria di Palazzo Madama ci sarà il convegno “Zone franche montane in Sicilia: un’opportunità’ di sviluppo”, organizzato dal Movimento Cinque Stelle.

Il sostegno di Anci e l’interrogazione all’Ars su le Zone Franche Montane

Al fianco dei sindaci delle Terre Alte di Sicilia si è schierata l’Anci Sicilia che nei giorni scorsi, attraverso il suo presidente Leoluca Orlando ha fatto sapere che: «L’approvazione delle norma sulle Zone Franche Montane può rappresentare, per i comuni interessati, uno strumento importante per frenare lo spopolamento e incentivare l’avvio di attività da parte gli operatori economici, ma deve essere considerata come un primo importante passo rispetto a scelte normative più ampie di carattere nazionale e regionale». Mentre il deputato regionale Nello Dipasquale (Pd), vice presidente della Commissione speciale di indagine e di studio per il monitoraggio dell’attuazione delle leggi all’Ars, ha presentato una interrogazione parlamentare con richiesta di risposta scritta, all’assessore regionale alle Attivita’ produttive, Girolamo Turano e all’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, per l’istituzione delle Zone Franche Montane in Sicilia “per chiedere se il governo regionale sta procedendo nella definizione e stesura di una relazione in merito alla copertura finanziaria relativa”.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Appuntamento in libreria, le uscite da non perdere

Mer Mag 5 , 2021
Torna l’appuntamento in libreria de LaTuaNotizia, il luogo giusto per scoprire le novità editoriali più interessanti. Elena D’Amario, ballerina italiana di fama internazionale, uscita dalla scuola di Amici, racconta ora la sua storia. Per gli amanti del fantasy, arriva invece l’ultimo capitolo della saga degli ShadowHutners firmato Classandra Clare. 7 […]