Autorità di sistema portuale dello Stretto, esponenti M5S: “Musumeci e Oliverio riconsiderino posizione su nomina Mega”

Read Time1 Minute, 2 Second

Attraverso una nota congiunta, gli esponenti del Movimento Cinque Stelle D’Uva, Floridia, Dieni, Granato, Zafarana e De Luca, invitano i presidenti Musumeci e Oliverio a rivalutare la propria posizione in merito alla nomina del nuovo presidente Mario Mega per l’Autorità di sistema portuale dello Stretto.

Invitiamo il presidente Musumeci e il presidente Oliverio a rivedere la loro relazione sul dossier della nuova Autorità di sistema portuale dello Stretto. Siamo certi che anche loro gioiscano per un provvedimento pensato per esaltare la specificità economica dell’area. Valutino di riconsiderare la propria posizione sulla nomina del nuovo presidente, Mario Mega, figura dalla professionalità e dal curriculum di altissimo valore, che non possono essere messi in discussione soltanto per il fatto che il dirigente tecnico dell’Autorità portuale di Bari non abbia lavorato nell’area della Stretto. La competenza non conosce confini territoriali”.

Sappiamo che il Ministro Toninelli sarà certamente disponibile a convocare un tavolo in cui fare incontrare Musumeci, Oliverio e Mega. Siamo fiduciosi che sarà un’ottima occasione di confronto e analisi di tutte le posizioni e ci auguriamo che i presidenti della Regione non vorranno farsi sfuggire l’occasione di incoraggiare una svolta che può rappresentare il trampolino di lancio per l’economia dello Stretto e delle sue cittadine”.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

"L' accusato non può partecipare coscientemente al processo", annullato ergastolo per omicidio

Mer Giu 12 , 2019
Non può partecipare coscientemente al processo. È questa la motivazione per cui la Corte di Assise di Appello di Messina ha stabilito di non dover procedere nei confronti di Giovanni Vinci, accusato dell’omicidio volontario di Stefano Marchese, ucciso il 18 febbraio 2005 nel quartiere Annunziata di Messina. I giudici hanno […]