Kaia Gerber crea il suo book club su Instagram

Read Time1 Minute, 17 Second

#StaySafeatHome è l’hashtag più usato dalle celeb americane in questo periodo di emergenza. C’è chi crea concerti per aiutare staff di medici e infermieri, chi crea fashion talk show, ma di sicuro ciò che accomuna ad ogni latitudine è la voglia di leggere. Least but not last ad unirsi al club della lettura è Kaia Gerber: la modella e volto di alcuni top brand di moda, figlia dell’ex super top model Cindy Crawford, ha dato vita ad una serie di appuntamenti settimanali.

Ogni venerdì, tramite le dirette del suo profilo Instagram, la Gerber ha presentato il suo personalissimo Book Club: “So che ci sentiamo tutti isolati in questo momento, quindi stavo cercando di pensare a modi semplici per rimanere in contatto (oltre a spulciare i social) e ho deciso che avvierò un club del libro… Ho letto molto, ma mi piacerebbe poterne parlare con voi ragazzi… Quindi ogni settimana posterò un libro sulle mie storie e la settimana successiva farò una diretta (a volte con un amico, uno scrittore, un ospite, ecc.) per poter parlare di cosa abbiamo letto”.

Primo libro protagonista è stato Normal People di Sally Rooney, bestseller del 2018, e a parlare con lei hanno preso parte gli attori Daisy Edger-Jones e Paul Mescal, che hanno interpretato i protagonisti Marianne e Connell nella serie pensata come adattamento televisivo del romanzo.

Dopo aver fatto alzare molte sopracciglia al momento della presentazione, la Gerber ha stupito e l’iniziativa è piaciuta, e non soltanto ai suoi followers.

Cristina Izzo

Press Office, Press Reviewer, Web Content Creator, Collaborator for LaTuaNotizia,

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

#CoronaVirus. Attraversamento dello Stretto, Caronte amplia agevolazioni

Mer Apr 15 , 2020
Dal 15 aprile il Gruppo Caronte & Tourist amplia le agevolazioni per la traversata sullo Stretto rimodulando le tariffe per favorire tutto il personale delle professioni sanitarie, senza distinzione di specializzazione, le Forze dell’Ordine, le Forze Armate e i Vigili del Fuoco.