Richard Carapaz vince il Giro d’Italia 2019. Alle sue spalle Vincenzo Nibali e Primož Roglic

Read Time1 Minute, 46 Second

Chiude il Giro d’Italia 2019. Lo Squalo dello Stretto si è dovuto accontentare di chiudere al secondo posto questa edizione della corsa ciclistica. Il messinese Vincenzo Nibali si piazza alle spalle della sorprendente Maglia Rosa Richard Carapaz. E’ la prima vittoria dell’ecuadoriano, ma anche di un corridore del suo Paese. A completare il podio Primož Roglic.

Per Nibali si tratta, comunque, di una grandissima affermazione che si lo porta al sesto podio al Giro d’Italia dopo i successi del 2013 e 2016, il 2° posto del 2011, i terzi di 2010 e 2017.

Cala il sipario, quindi, sull’edizione numero 102 di questa corsa. Per la cronaca, la 21/a tappa , con l’arrivo di oggi a Verona, è stata vinta dallo statunitense Chad Haga in 22’07”, che ha corso ad oltre 46 km/h di media.

Lo Squalo non ha ripianti. “Tutti quanto abbiamo disputato un bel Giro d’Italia, che è stato molto combattuto. Non ho alcun rimpianto. Ho avuto dei grandi rivali, Carapaz ha dimostrato di essere forte e di meritare. Tutti i leader ci siamo controllati stretti, marcati, soprattutto nella prima parte del Giro, poi non è stato semplice recuperare. Carapaz non ha rubato nulla, è stato fortissimo. Ha guadagnato tanto a Courmayeur”, ha commentato Nibali.

CLASSIFICA FINALE:

  1. Richard Carapaz 90h01’47”
  2. Vincenzo Nibali a 1’05
  3. Primoz Roglic a 2’30”
  4. Mikel Landa a 2’38”
  5. Bauke Mollema a 5’43”
  6. Rafal Majka a 6’56”
  7. Miguel Angel Lopez a 7’26”
  8. Simon Yates a 7’49”
  9. Pavel Sivakov a 8’56”
  10. Ilnur Zakarin a 12’14”
Carapaz trionfa al Giro d’Italia

L’emozione di Carapaz. “Non so che dire, è un’emozione unica, la vittoria più grande della mia vita”, ha commentato a caldo Richard Carapaz ai microfoni di Rai Sport. “E’ stato un sogno – racconta – ma è anche la ricompensa per tutti i sacrifici fatti. Ringrazio anche la squadra per avermi permesso di vincere questo Giro”. A Verona presenti anche i suoi genitori (“Non me l’aspettavo, questo momento unico lo devo a loro”) e il figlio di 5 anni: “E’ la mia ragione di esistere, quello che mi fa andare lontano”.

Edgar Allan

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Uniqlo apre il suo primo store italiano

Lun Giu 3 , 2019
Buona notizia in arrivo per i fan di Uniqlo. Dopo tanti rumors e indiscrizioni, il brand giapponese ha ufficializzato la data d’apertura del suo primo store italiano: il prossimo 13 settembre. Situato in Piazza Cordusio, Milano, il nuovo store segna un passo avanti nello sviluppo del brand e la voglia […]

Non perderti anche