Lutto nel mondo del cinema: la scomparsa di Ian Holm

Read Time2 Minute, 29 Second

Il 19 giugno, è venuto a mancare Ian Holm, uno dei volti più amati nel cinema britannico, conosciuto per la sua interpretazione come Bilbo Baggins ne Il Signore degli Anelli, la trilogia di Peter Jackson.

Quest’ultimo, venuto a conoscenza della dolorosa notizia della scomparsa dell’attore, ha pubblicato un lungo messaggio di cordoglio, in cui ricordava le emozioni del lavoro condiviso durante le riprese della prima Trilogia e il dolore nel venire a conoscenza della malattia di Holm, il Parkinson, che non gli avrebbe permesso di lavorare a una comparsa ne Lo Hobbit, sempre nei panni di un Bilbo Baggins, ma più giovane.

Peter Jackson ricorda come, per avere sir Ian Holm Cuthbert ancora sul set, ricrearono una parte di ambientazione a Londra, dove si trovava l’attore, girando le scene in cui compariva il personaggio, al fianco del giovane Elijah Wood, altro attore ormai iconico del cinema jacksoniano, che diede il volto a Frodo Baggins.

Ian Holm e Peter Jackson

Oltre al picco della sua carriera, raggiunto agli inizi del 2000 con Il Signore degli Anelli, e circa dieci anni dopo con gli ultimi lavori ne Lo Hobbit, Ian Holm si ricorda per le sue magistrali interpretazioni nell’Amleto diretto da Franco Zeffirelli, con al fianco Mel Gibson, Helena Bonham Carter; lo si ritrova in Alien del 1979, di Ridley Scott; nel Frankenstein di Mary Shelley, diretto da Kenneth Branagh; o ne La vera storia di Jack lo Squartatore del 2001, con la regia dei fratelli Albert e Allen Hughes.

La carriera di Ian Holm spaziò dal cinema al teatro, dal doppiaggio per i cartoni animati (come in Ratatouille, del regista Brad Bird, del 2007) a quello dei videogiochi (l’ultimo lavoro fu su Alien: Isolation, del 2014). Questo suo impegno caleidoscopico nella recitazione gli valse l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico nel 1989.

Ian Holm

Per ricordarlo, non si può che condividere una nota poesia di J.R.R. Tolkien, idealmente scritta da Bilbo Baggins, il personaggio a cui, fin dagli inizi del 2000, Ian Holm è stato molto legato.

Seduto accanto al fuoco, rifletto
Su tutto quel che ho visto
Sulle farfalle ed i fiori dei campi
In estasi ormai da me distanti.

Penso a foglie gialle e a tele di ragno
In autunni che più non torneranno
Alle nebbiose mattine, e al sole d’argento,
E ai miei capelli agitati dal vento.

Seduto accanto al fuoco, rifletto
Sul mondo che sarà,
Quando l’inverno un giorno giungerà,
Ma della primavera io non vedrò l’aspetto.

Vi sono infatti tante e tante cose
Che io purtroppo ancora non conosco:
Diversi in ogni prato ed in ogni bosco
Il verde ed il profumo delle rose.

Seduto accanto al fuoco, penso
Ai popoli vissuti tanto tempo fa,
Ed a coloro che vedranno un mondo
Che a me per sempre ignoto resterà.

Ma mentre lì seduto rifletto
Sui tempi che fuggiron veloci
Ascolto in ansia ed aspetto
Il ritorno di passi e di voci.

(tratto da Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello, di J.R.R. Tolkien)

Antonino Mangano

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Sicilia, fase 3: via libera agli "sport di contatto"

Lun Giu 22 , 2020
Via libera anche ai cosiddetti “sport di contatto” come calcio, calcio a 5, pallacanestro e così via. L’assessore regionale per il Turismo, lo Sport e lo Spettacolo Manlio Messina, d’intesa con l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, ha firmato, giovedì scorso, il decreto che consente la ripresa del libero svolgimento […]

Non perderti anche