Battiato e l’arte di (non) morire

Read Time1 Minute, 41 Second

Quello che state per leggere non sarà l’ennesimo articolo che ripercorre la sua biografia o la sua carriera artistica. Quello che leggerete sarà la dichiarazione d’amore e di gratitudine nei confronti di un artista che con la sua opera ha contribuito a rendere meno dolorose le nostre esistenze. Anche la sua morte, pur avendo provocato profondo dispiacere in tutti coloro che lo amavano, non sembra aver causato un dolore disperato e irrazionale. Sembra quasi che, con il suo silenzio di questi ultimi anni, Battiato ci abbia voluto preparare alla sua dipartenza.

Lui che non aveva paura di morire, lui che al mistero della morte ha dedicato gran parte della sua ricerca artistica e spirituale. Una morte, la sua, che quasi non fa piangere, forse perché consapevoli della sua immortalità. Anche la sua morte sembra un’opera d’arte: la conclusione di un percorso artistico. Quasi a volerci tutelare, è riuscito a rendere sopportabile la sua morte.

Potremmo riempire questo articolo con citazioni tratte dalle sue canzoni o dalle sue interviste. Ma non basterebbe un solo articolo per riportarle tutte. Sarebbe impossibile sceglierne alcune piuttosto che altre.

Battiato rock, Battiato pop. Battiato e la musica classica, Battiato e il cinema. Battiato e la pittura, Battiato e la letteratura. Battiato e la politica. Battiato e la sua casa alle pendici dell’Etna. Artista puro, universale. Di quelli che ti fanno sembrare facili le cose difficili. Non aveva avuto figli, ma era padre e madre di tutti coloro che lo amavano. Quante vite avrà salvato con la sua musica? Quante ne salverà ancora?

La prova vivente che si può essere avanguardia anche facendo musica popolare. Battiato solitario, Battiato che sapeva intrattenere migliaia di spettatori con autoironia e barzellette. Non amava essere chiamato Maestro, ma lo era. Lo è stato fino alla fine dei suoi giorni. Ed è difficile credere che sia davvero morto. Ma non perché non lo si voglia accettare, ma semplicemente perché uno come Battiato non può morire mai. Continuerà ad essere presente nella nostra quotidianità con la sua arte.

Sebiano Chillemi

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Piano Scuola Estate, Sottosegretario Floridia: alla Sicilia oltre 14 milioni di euro per supportare le istituzioni scolastiche nel recupero della socialità degli studenti

Mer Mag 19 , 2021
Ecco il dettaglio delle risorse ripartite per ogni provincia siciliana

Non perderti anche