Cortile Teatro Festival riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali: “traguardo che premia 10 anni di lavoro”

Read Time1 Minute, 19 Second

Il Cortile Teatro Festival è stato ammesso tra i festival teatrali riconosciuti dal Ministero dei Beni culturali. Un traguardo importantissimo e prestigioso che premia in campo nazionale la qualità e la costanza di un’attività, organizzata dall’associazione “Il Castello di Sancio Panza”, che proprio quest’anno festeggia l’edizione del decennale.

Il progetto dell’associazione messinese ha superato la valutazione di qualità della commissione consultiva con il punteggio di 12,50, che lo ha collocato al ventottesimo posto su 54 istanze ammesse a contributo. Successivamente, con decreto direttoriale del 19 luglio scorso, il Ministero ha ratificato il parere della commissione, premiando quindi la continuità e la qualità dell’iniziativa.

«Si tratta – ha commentato Roberto Zorn Bonaventura, direttore artistico del Cortile Teatro Festival sin dalla fondazione – di un traguardo in cui abbiamo creduto moltissimo e per il quale tutto lo staff ha operato con grande impegno e duro lavoro, mantenendo sempre, anche nei momenti più difficili, un’attenzione costante alla qualità della nostra proposta».

«In questo momento è giusto sottolineare, oltre alla collaborazione vitale di Nutrimenti Terrestri, come sia stato determinante per arrivare al riconoscimento il sostegno che il Comune di Messina, insieme con Latitudini e alcuni privati, ha riservato a questa ultima edizione del nostro Festival». Importante anche la partecipazione di RAI Radio 1 come media partner.

In tutto i festival siciliani ammessi quest’anno al riconoscimento sono cinque: oltre al Castello di Sancio Panza, hanno superato positivamente il giudizio della commissione anche Artelè di Catania, Dide di Piazza Armerina, Teatro Bastardo di Belmonte Mezzagno (Palermo) e Cantina Sperimentale Iblea di Noto (Siracusa).

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

MudeMa, parte la campagna per la realizzazione del Museo del Mare di Fabio Pilato

Gio Lug 29 , 2021
E’ stato definito “l’ultimo mito dello stretto” e conoscendo la sua arte, il suo temperamento, le sue opere, se ne comprendono i motivi. Fabio Pilato, Maestro del ferro, ormai lo conoscono davvero in tanti, lui che reagisce ad una brutta malattia iniziando a scolpire i pesci dello stretto, in ferro, […]