“Nel territorio siciliano continuano a proliferare “terre di nessuno”: discariche a cielo aperto che sfigurano il territorio, strade e spazi periferici sacrificati alle pratiche incivili dell’abbandono incontrollato dei rifiuti, sversamenti e combustione illecita di rifiuti, con conseguente rischio sanitario”, spiega la bagherese Licatini.

Continua l’indagine di siero-prevalenza che ha l’obiettivo di stimare in modo puntuale il numero dei contagi asintomatici da Coronavirus. L’iniziativa, come nelle altre regioni italiane, è in attuazione del programma del ministero della Salute, con la collaborazione della Croce rossa italiana e della Regione Siciliana attraverso le Asp.