Press "Enter" to skip to content

“Happy Hour”, il cortometraggio che racconta l’amicizia a pagamento

Paolo Briguglia in Happy Hour

“Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano le cose già fatte nei negozi. Ma siccome non esistono negozi che vendono amici, gli uomini non hanno più amici”.

Così parlava la volpe al Piccolo Principe nel noto romanzo di Antoine de Saint-Exupéry. Gli amici non si possono comprare. Già, ma forse si possono affittare.

Questo almeno sembra emergere dal sempre più dilagante fenomeno dell’ “amicizia a pagamento”. Una moda nata nei paesi anglosassoni che però si sta diffondendo anche nel nostro paese. Per avere un’idea basta visitare il sito rentafriend.com .

Un tema abilmente trattato dal cortometraggio “Happy Hour”, di Fabrizio Benevento, con Paolo Briguglia e Alice Pagotto. Una telefonata di lavoro, un incontro tra un uomo e una donna che sembrano conoscersi da molto tempo. Lo spettatore rimane incollato allo schermo fino agli ultimi istanti. Mentre si assiste al dialogo dei due protagonisti ci si interroga sulla natura di quel rapporto: sono stati fidanzati? Sono amici di infanzia? Colleghi di lavoro? Solo alla fine viene svelata la natura di quell’incontro. Un film curato in tutti i dettagli che alla fine lascia un po’ di amaro in bocca, ma che allo stesso tempo riesce anche un po’ a commuovere. Un film che non giudica, ma anzi, rispetta le scelte di entrambi i personaggi. Si prova tenerezza per la solitudine della cliente, che paga l’ amico. E allo stesso tempo, contrariamente a quanto si possa pensare, anche l’ amico a pagamento riesce a conquistare il cuore dello spettatore. I suoi modi gentili e le attenzioni rivolte alla “cliente” lasciano immaginare che forse anche lui ha bisogno di quell’amicizia “finta-vera”. E non solo per i soldi. Forse entrambi hanno paura di lasciarsi andare, paura di abbandonarsi ai rischi che può implicare un’amicizia “vera-vera”. Forse sono soli entrambi. Forse siamo soli tutti. Meglio pagare e farsi pagare, rimanendo al riparo da tradimenti e delusioni.

Il cortometraggio è attualmente in concorso in diversi Festival d’Italia. Prossima tappa sarà in Puglia per PalagianoinCorto, rassegna di cortometraggi d’autore il 22 e 23 agosto. Per le prossime date di proiezione basta seguire la pagina Facebook dedicata.

Alice Pagotto in Happy Hour

[Con quest’articolo inauguriamo una nuova rubrica dedicata al cinema indipendente italiano e internazionale. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra la redazione de La Tua Notizia e lo staff di Corto di Sera. Ogni settimana verrà recensito uno dei cortometraggi in concorso ad una delle otto edizioni del Festival del Cortometraggio Indipendente che ogni anno si svolge a Itala.]


Condividi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mission News Theme by Compete Themes.