L’autore e il soldato: Tolkien e la Battaglia della Somme

Read Time2 Minute, 59 Second

Nell’anno dell’uscita del film biografico su J.R.R. Tolkien, il padre del fantasy contemporaneo, autore della nota opera Il Signore degli Anelli, resa ancora più conosciuta dalla trasposizione cinematografica in tre parti del regista neozelandese Peter Jackson, viene ricordato ulteriormente con una graphic novel che ne ripercorre un evento della sua vita: J.R.R. Tolkien et la Bataille de la Somme – Dans un trou sous la terre, in uscita originariamente in Francia il 28 settembre, a cura della À contresens éditions e opera dei francesi Emmanuel Beaudry e Corentin Lecorsier. Entrambi gli artisti provengono da una precedente esperienza nelle arti audiovisive, per poi virare sul mondo del fumetto, per cui hanno firmato già un’opera a quattro mani: Quatre larmes sur un voile de nylon rouge.

J.R.R. Tolkien, interessato alla filologia germanica e all’antico inglese oltre ad aver già maturato la passione per la creazione di lingue e nuovi mondi, si arruolò volontario nel 1915 nel Lancashire Fusiliers con il grado di sottotenente. La destinazione del suo viaggio fu il fronte occidentale, in cui si consumò la sanguinosa Battaglia della Somme.

La Battaglia della Somme non fu un singolo evento bellico, ma si sviluppò in una serie di manovre militari per l’attraversamento di un corso d’acqua – la Somme, appunto, in Piccardia – che iniziò il 1 luglio 1916 e si concluse il 19 novembre dello stesso anno. Come da copione tipico della Prima Guerra Mondiale, dopo quelli che sembravano accenni di una vittoria lampo da parte delle forze della Triplice Intesa, la Battaglia si trasformò in uno scontro di logoramento. Se nelle prime battute i tedeschi furono costretti a ripiegare in favore delle truppe dell’Intesa, la loro riorganizzazione permise loro di tenere il fronte, il cui braccio di ferro non si risolse neanche con l’ausilio dei primi carri armati.

Con uno sfondamento finale, le truppe dell’Intesa riuscirono ad attestarsi sull’altra riva del fiume, cercando di ripartire dalle posizioni conquistate per organizzare le nuove strategie di attacco sul fronte tedesco. Il prezzo in vite umane che venne pagato dagli schieramenti fu di 410.000 inglesi, 341.000 francesi e 500.000 tedeschi.

La Battaglia della Somme fu una delle battaglie più cruente della storia e fu da quell’esperienza che Tolkien risultò shockato, così come tutti coloro che sopravvissero all’orrore di quel nuovo modello di guerra.

Alla Battaglia presero parte anche Otto Frank (padre di Anna Frank) e un giovane Adolf Hitler.

Il fumetto, di cui non sono stati rilasciati ulteriori aggiornamenti, permetterà di scoprire una parte della vita di Tolkien che ha rappresentato un ruolo determinante nella stesura di alcuni passi della cosmogonia tolkieniana e della poetica dell’autore. Dal titolo si potrebbe anche ipotizzare un chiaro riferimento al futuro narrativo dello scrittore britannico, data la citazione “dans un trous sous la terre” (in un buco nella terra), frase di apertura de Lo Hobbit (Tolkien, 1937), che potrebbe rappresentare un netto contrasto tra la placidità dell’immaginaria Contea degli Hobbit e il più reale e spaventoso fronte occidentale durante la Prima Guerra Mondiale.

I primi disegni visibili online lasciano presagire un’opera molto gradevole, che potrebbe lasciare spazio alla poesia dell’immaginario tolkieniano e alla crudezza dell’esperienza bellica dell’autore, creando una sintesi perfetta tra la mitopoiesi (creazione del mito) tolkieniana e un messaggio a sostegno della pace e della cooperazione tra i popoli auspicato da Beaudry e Lecorsier.

Per essere più sicuri, basterà leggere l’opera francese attendendo il 28 settembre, o auspicare una sua traduzione in italiano nei mesi a venire.

Antonino Mangano

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Cesv Messina, servizio civile: info e contatti per presentare domanda

Lun Set 16 , 2019
La scadenza del nuovo bando Servizio civile è vicina: per i progetti che si realizzeranno in Italia e all’estero tra il 2019 e il 2020 si può presentare domanda fino alle ore 14.00 di giovedì 10 ottobre 2019. Per tutti coloro che abbiano bisogno di orientarsi tra i progetti attivati […]

Non perderti anche