Press "Enter" to skip to content

Messina, monumento ai caduti deturpato: posta una corona d’alloro in attesa della cancellazione

Una delegazione del Circolo Politico Culturale “Messina Identitaria”, stamani, ha depositato una corona d’alloro ai piedi del monumento ai caduti della battaglia di Adua, che era stato imbrattato con un’iscrizione di colore nero che recava l’espressione: “Fanculo la Patria”. Il gesto, subito condannato dall’Associazione Nazionale Mutilati e invalidi di Guerra sezione di Messina, è ritenuto da Messina Identitaria come “un gesto che oltre a offendere la memoria di chi è caduto combattendo per la patria, ferisce il sentimento di appartenenza di tutti i cittadini messinesi ad una comunità che si riconosce nei valori della Repubblica“.
Da qui, nell’attesa della cancellazione dell’iscrizione da parte dell’amministrazione comunale, l’iniziativa del Circolo di porre ai piedi del monumento una corona d’alloro per dare un segnale “affinché atti simili vengano opportunamente stigmatizzati, peraltro ricordando agli autori come gli stessi costituiscano reato punito dal codice penale“.

Orgoglio e concretezza!” il plauso del sindaco De Luca sulla sua pagina Facebook. “Grazie Maurizio Vita ed al gruppo Messina Identitaria per questa magnifica iniziativa!Ieri l’Autorità Portuale ha cancellato lo scempio perpetrato dai folli che hanno imbrattato la nostra memoria ed il nostro essere comunità. (Ancora è necessaria un’altra passata!!!). Stamani – ha concluso il primo cittadino – una meravigliosa corona di alloro con il tricolore per rispondere ad un atto di vandalismo morale che non appartiene a Messina ed ai Messinesi!“.

L’immagine di stamattina, pubblicata dal sindaco e da Messina Identitaria
Condividi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mission News Theme by Compete Themes.