Cambiamenti climatici. Ecogest: serve Piano Marshall ‘green’

Read Time2 Minute, 23 Second

“La tragedia che si è abbattuta sulle Marche sconvolge tutto il Paese. Il nostro pensiero va alle vittime e ai loro familiari, mentre esprimiamo la solidale vicinanza alle comunità colpite. Davanti a questi fenomeni, l’attenzione collettiva e l’operato della politica vanno rivolti alla salvaguardia del nostro bellissimo e fragile territorio, anche perché ci avviamo ad una stagione nella quale fenomeni di questo genere, con forte impatto sulla vita delle persone, saranno purtroppo frequenti; lo percepiamo ogni giorno su strada, manutenendo il verde in oltre 6000 km di autostrade in tutta Italia, e dunque da un osservatorio privilegiato dal quale valutare lo stato del sistema autostradale ed il devastante impatto degli effetti del cambiamento climatico sulla qualità e vita delle stesse infrastrutture. Vogliamo dunque rinnovare con decisione il nostro appello per un “Patto per la Natura”, richiamando ancora una volta l’urgenza di contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici, anche rispetto alle logiche di manutenzione del patrimonio a verde ed idraulico, delle vie di comunicazione e degli ambiti urbani.

Chiediamo di modificare gli attuali piani di manutenzione del verde lungo le infrastrutture ma anche una nuova politica di realizzazione delle nuove piantagioni in linea con le specie autoctone e armonizzata con le aree geografiche di riferimento. Serve un ‘piano Marshall green’ mettendo in campo tecnologie e competenze per azioni concrete e di immediata applicazione. Serve non solo alla sicurezza dei cittadini ma anche ad evitare i 61 miliardi di euro di danni già prodotti dagli effetti del cambiamento climatico alle infrastrutture nel primo semestre del 2022”. 

E’ l’appello che arriva da Valerio Molinari, azionista di riferimento della Greenway Group srl e della controllata Ecogest SpA, eccellenza imprenditoriale italiana, da anni impegnata nella gestione e manutenzione del verde stradale e autostradale.

La società da 30 anni svolge la sua attività mettendosi in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici, tanto da aver sviluppato anche un’analisi innovativa scientificamente fondata sulle condizioni e le evoluzioni del clima.

Per strutturare l’esperienza di questi anni e rendere patrimonio accessibile a tutti i dati raccolti lungo strade ed autostrade di tutta Italia, Greenway Group ed Ecogest hanno dato vita al Centro Studi sul Cambiamento Climatico (CSCC), che elabora i modelli innovativi da affidare al mondo delle concessionarie autostradali, ed all’intero sistema intermodale dei trasporti, per affrontare e superare i fenomeni estremi causati dal cambiamento climatico, al fine di implementare la sicurezza delle infrastrutture.

A livello internazionale, Ecogest ha portato la propria esperienza di studio e valutazione del cambiamento climatico, e le soluzioni sostenibili e innovative nel settore infrastrutturale per prevenirne gli effetti, in città come Marrakech, Lisbona, Amsterdam, Atene, Washington, Toronto.

Strumento fondamentale il software Kassandra, elaborato in Sicilia da due giovani e brillanti architetti, unico nel suo genere per la capacità predittiva rispetto all’evoluzione di ogni singola infrastruttura sottoposta allo stress del cambiamento climatico.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Teatro: "Una fuga in Egitto. Rotta Virtuale per l'esilio" torna a Catania

Gio Set 22 , 2022
Dopo le date cremonesi, Una fuga in Egitto. Rotta Virtuale per l’esilio torna a Catania dal 23 al 25 settembre – alle 18:30 e alle 21:00 – in Via del principe, n° 20. Lo spettacoloè un progetto teatrale interamente sviluppato per visori di realtà virtuale: il pubblico, indossato il visore, percepirà di essere parte […]