Press "Enter" to skip to content

Messina, il 17 febbraio al Palacultura il pianista Marangoni

Domenica 17, alle ore 18, per la 98ª stagione concertistica della Filarmonica Laudamo, appuntamento con il pianista Alessandro Marangoni. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del comune di Messina.

L’artista presenterà a Messina un programma originale dal titolo «Rossini e Chopin: un dialogo romantico» trattando di due autori apparentemente distanti, ma che invece, attraverso la prospettiva del musicista, sembrano essere molto vicini. Marangoni si è affermato sulla scena internazionale grazie ad una significativa attività concertistica e discografica come solista e un altrettanto intensa attività cameristica con artisti quali Mario Ancillotti, Maddalena Crippa, Enrico Dindo, Lilly Jorstad, Massimo Quarta, Gabriele Mirabassi, Oleksander Semchuck, Paola Pitagora, Quirino Principe, Milena Vukotic, il Quartetto di Fiesole e molti altri.

Nato nel 1979, si è diplomato in pianoforte con lode e menzione con Marco Vincenzi presso il Conservatorio di Alessandria e perfezionato con Maria Tipo e Pietro De Maria alla Scuola di Musica di Fiesole. Contemporaneamente si è laureato in Filosofia presso l’Università di Pavia. Ha debuttato nel dicembre 2007 con un recital al Teatro alla Scala di Milano insieme a Daniel Barenboim, ed ha suonato nelle principali sale italiane e in tutta Europa, Sudamerica, Cina e Stati Uniti.

Si è esibito come direttore e solista con l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano, registrando per importanti emittenti come RAI, BBC e Radio Nacional de Espana. Nel corso della sua carriera ha anche instaurato un sodalizio artistico con l’attrice Valentina Cortese con la quale ha inaugurato il Teatro Massimo di Cagliari, e con Quirino Principe ha fondato il duo “Alessandro Quirini e Quirino Alessandri”.

E’ il primo musicista italiano ad esibirsi anche nel mondo virtuale di Second Life, eseguendo più di cento concerti. Con l’Ensemble Nuovo Contrappunto ha eseguito in prima italiana il Concerto n. 4 di Beethoven nella versione cameristica dello stesso autore. Per la prima volta nella discografia, Marangoni ha inciso l’integrale completa dei Peccati di vecchiaia di Rossini (13 CD), riscoprendo 20 inediti; quella del Gradus ad parnassum di Clementi, dei Concerti per pianoforte e orchestra di Castelnuovo-Tedesco con la Malmö Symphony Orchestra (col quale ha ottenuto la nomination agli ICMA); e l’integrale per violoncello e pianoforte dell’autore in duo con Enrico Dindo e la Via Crucis di Liszt (con Ars Cantica Choir), tutti per Naxos. Ha inoltre riscoperto la produzione pianistica di Victor de Sabata, che ha registrato per La Bottega Discantica, collabora con il jazzista-compositore Sandro Cerino, col quale ha registrato (s)Confini per Egea ed ha vinto il prestigioso Premio Internazionale “Amici di Milano” per la Musica.

Attualmente è docente al Conservatorio di Matera e tiene regolarmente masterclasses in Europa, Sud America e Cina. Insieme al regista Pierpaolo Venier è ideatore del Chromoconcerto® ed è direttore artistico di Forte Fortissimo TV, una innovativa webtv impegnata nel divulgare la “Musica Forte” e la campagna “La musica contro il lavoro minorile” pensata da Claudio Abbado con l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ONU).

 
 
 
Condividi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mission News Theme by Compete Themes.