Read Time4 Minute, 0 Second

L’amore è da sempre il sentimento che sta al centro di ogni forma d’arte, dalla musica al cinema. Come potrebbe essere altrimenti, del resto, dato che è il sentimento che tiene in vita l’uomo e fa girare il mondo? Di seguito una piccola lista di titoli di film che secondo noi val la pena guardare oggi, ma non solo oggi. Alcuni titoli sono famosi, altri un po’ meno. Buona lettura e buona visione.

Sing Street di John Carney (2016)

Il quattordicenne Conor vive a Dublino e cerca di evadere dai problemi familiari ed economici grazie alla musica. Dopo aver conosciuto Raphina, Conor decide di far fruttare il suo talento formando un gruppo musicale partito con l’unico scopo di conquistare la ragazza, ma poi tramutatosi in una vera e propria passione che gli permette di poter evadere dal crudele mondo di tutti i giorni.

Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino (2017)

Il film racconta la storia d’amore tra Elio (Timothée Chalamet), un diciassettenne residente in Italia, e lo studente americano Oliver (Armie Hammer). La sceneggiatura è scritta da James Ivory ed è un adattamento cinematografico del romanzo Chiamami col tuo nome di André Aciman. Fu premiato con l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale e nomination come miglior film, migliore attore a Timothée Chalamet, e miglior canzone a Sufjan Stevens per Mystery of Love.

Fino all’ultimo respiro di Jean-Luc Godard (1960)

Michel Poiccard (Jean-Paul Belmondo), ladro e truffatore, tornato a Parigi per affari con l’intenzione poi di fuggire in Italia, ritrova Patricia (Jean Seberg), una studentessa americana di cui si era innamorato e che vorrebbe portare con sé in Italia. Lei, pur ricambiando l’amore, cerca di allontanarsi da Michel perché lo ritiene troppo sfrenato. Considerato il film manifesto della Nouvelle Vague, valse a Godard l’Orso d’argento per miglior regista al Festival Internazionale del Cinema di Berlino.

Io e Annie di Woody Allen  (1977)

Un nevrotico comico newyorkese Alvy Singer (Woody Allen) ha rotto con Annie Hall (Diane Keaton) dopo un anno circa di relazione e si ritrova ora a raccontare la storia del loro rapporto, cercando di capire in che modo i suoi problemi sviluppati durante l’infanzia (depressione, nevrosi) possano essere stati complici della fine della storia. Il film si è aggiudicato quattro Premi Oscar: miglior film, miglior regista, migliore sceneggiatura originale e miglior attrice protagonista.

Il favoloso mondo di Amélie di Jean-Pierre Jeunet del 2001.

La favolosa storia della giovane cameriera Amélie Poulain che si innamora di Nino Quincampoix, un ragazzo che per hobby colleziona fototessere mal riuscite. Il film ha ricevuto una considerevole quantità di premi e nomination nei vari festival internazionali del cinema, tra cui ben 5 nomination agli Oscar.

Quattro matrimoni e un funerale di MIke Newell (1994)

La storia di Charles (interpretato da Hugh Grant), un uomo circondato da molti amici, che attraverso una serie di occasioni sociali, incontra quella che diverrà sua moglie, la bellissima Carrie (Andie MacDowell) durante il matrimonio di due suoi amici. Il film ricevette due nomination all’Oscar, come Miglior film e per la Migliore sceneggiatura originale. 

Prima dell’alba (Before Sunrise) di Richard Linklater del 1995.

Il venticinquenne statunitense Jesse, e la ventitreenne francese Celine, si conoscono su un treno diretto a Vienna. Tra i due nasce un sentimento che li porterà a trascorrere l’intera notte in giro per la città, tra dialoghi, poesie, strade e piazze. Il film è il primo capitolo di una trilogia che Linklater ha dedicato alla medesima coppia di protagonisti Jesse e Celine. I sequel sono Before Sunset – Prima del tramonto del 2004 e Before Midnight del 2013.

L’altra metà dell’amore di Léa Pool (2001)

Dolce e intensa storia d’amore omosessuale tra Paulie ( Piper Perabo) e Tori (Jessica Paré) vista con gli occhi della quindicenne Mary (Mischa Barton).

Pretty Woman di Garry Marshall  (1990)

Il film che ha reso famosa in tutto il mondo Julia Roberts, consacrandola come una delle regine della commedia romantica. Pretty Woman, è diventato un cult indiscusso del genere. Narra la storia di Edward Lewis (Richard Gere), uomo d’affari senza scrupoli, una sera incontra sulla Hollywood Boulevard a Los Angeles la bellissima Vivian (Julia Roberts), prostituta dal passato difficile.

I ponti di Madison County (The Bridges of Madison County) del 1995 diretto ed interpretato da Clint Eastwood con Meryl Streep. La storia d’amore tra Francesca, una casalinga quarantacinquenne di origini italiane, e Robert, un fotografo free lance cinquantaduenne. Il film valse alla Streep una nomination agli Oscar come miglior attrice.

0 0
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close