Read Time2 Minute, 57 Second

Su “CINE34” troveranno spazio tutti gli stili: dal poliziottesco al kolossal storico, dalle comiche ai telefoni bianchi, dal neorealismo al trash, dal melodramma al sexy, dal peplum al musicarello, dalla fantascienza allo spaghetti western, dal giallo all’horror. Sempre e solo all’italiana

Lunedì 20 gennaio 2020 debutta “CINE34”, la nuova rete tematica Mediaset dedicata al cinema italiano in tutte le sue declinazioni. Un canale dal nome chiaro, semplice, che aiuta il telespettatore ad identificarlo alla posizione 34 del telecomando. 

La linea editoriale di “CINE34” vuole rappresentare l’intera produzione italiana, senza alcun pregiudizio, passando dai migliori titoli d’autore a quelli di genere. 

“CINE34” attinge a una library di titoli estesa e completa (2.672 titoli, 446 inediti) a cui si aggiungono acquisti ad hoc. Il palinsesto, declinato in appuntamenti verticali, proporrà anche alcune chicche: film usciti nelle sale, mai visti prima sul piccolo schermo.  

Ecco alcuni tra i titoli delle prime settimane di “CINE34”:

Poliziotteschi doc: La Polizia incrimina, la Legge assolve e MMM 83 – Missione Morte Molo 83 (eurospy in prima visione assoluta con Anna Maria Pierangeli, diretto da Sergio Bergonzelli, ex seminarista laureato in Filosofia). 

Western al debutto in TV: tra cui Bandidos (di Massimo Dallamano, che nel ‘45, a Piazzale Loreto, filmò il cadavere di Mussolini con la Petacci e gli altri gerarchi fucilati a Dongo), Black Killer (di Carlo Croccolo, con Klaus Kinski), ed evergreen quali Lo chiamavano Trinità, parodia dello Spaghetti Western. 

Opere inedite del filone Hot: Dirty Love, Pomeriggio caldo, Eleven Days, Eleven Nights 2, Sollazzevoli storie di mogli gaudenti e mariti penitenti – Decameron n. 69 (tutte firmati Joe D’Amato). E La minorenne (che, secondo l’autore Adriano Tentori, è «un pezzo della storia della moda degli anni ’70, dove il corpo sexy di Gloria Guida si esibisce magistralmente»).  

Gioielli dell’Horror: tra cui Profondo Rosso e La casa dalle finestre che ridono, di Dario Argento e Pupi Avati. Pietre miliari del Neorealismo: come Miracolo a Milano e Ladri di biciclette, di Vittorio De Sica. 

Il canale diretto da Marco Costa inizia a trasmettere il 20 gennaio, giorno in cui ricorrono i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini.  E nel primo giorno di programmazione, “CINE34” manderà in onda otto film restaurati di Fellini: una non-stop, denominata «Fellini 100», che culmina in prima serata con due opere di assoluta grandezza, Amarcord e La Dolce Vita.   

Ecco il palinsesto del debutto:

ore 06.00 LO SCEICCO BIANCO  (1952, b/n)

ore 07.40 8 ½          (1963, b/n)

ore 11.00 LE TENTAZIONI DEL DOTTOR ANTONIO  (1962, col.)

ore 13.00 GIULIETTA DEGLI SPIRITI (1965, col.)

ore 15.00 LA VOCE DELLA LUNA (1991, col.)

ore 17.00 I VITELLONI  (1953, b/n)

ore 19.00 8 ½   (1963, b/n)

ore 21.00 AMARCORD   (1973, col.)

ore 23.00 LA DOLCE VITA   (1973, col.)

ore 01.00 I VITELLONI   (1953, b/n)

ore 03.30 LO SCEICCO BIANCO  (1952, b/n)  

Le rassegne sera per sera:

domenica  A MANO ARMATA poliziottesco

lunedì        I SUPERCULT monografie

martedì      MAESTRI DEL CINEMA autore

mercoledì SFUMATURE DI GIALLO thriller

giovedì      NON CI RESTA CHE RIDERE  commedia d’autore

venerdì  LE BELLISSIME commedia sexy                 

PROFONDO EROTICO commedia softcore

sabato       LO CHIAMAVANO WESTERN   spaghetti western

0 0
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close