Alex Zanardi stabile in terapia intensiva dopo l’intervento, ma le condizioni rimangono gravi

Read Time1 Minute, 16 Second

Alex Zanardi è ricoverato in terapia intensiva al Policlinico Le Scotte di Siena, dove è stato trasportato nella giornata di ieri, dopo un grave incidente con l’handbike nei pressi di Pienza durante la staffetta Obiettivo tricolore. Le sue condizioni sono rimaste stabili nella notte ma il quadro è ancora grave.

Zanardi è stato sottoposto a un intervento neurochirurgico e maxillo-facciale e dopo l’intervento è stato trasferito in terapia intensiva, dove è intubato e supportato dalla ventilazione artificiale e la sua prognosi rimane riservata. Al suo capezzale la moglie Daniela e il figlio Niccolò.

Ieri pomeriggio Alex Zanardi stava percorrendo la strada provinciale 146 della Val d’Orcia per una staffetta dedicata alla ripartenza dell’Italia dopo il coronavirus. Un evento condiviso con un gruppo di amici e atleti paralimpici del suo team Obiettivo 3, che sconvolti per l’accaduto non riescono a trattenere le lacrime quando vengono interpellati dai giornalisti.

L’impatto è avvenuto quando, alla fine di una curva, l’handbike di Zanardi ha cambiato traiettoria ed è finita contro il rimorchio di un camion che viaggiava in direzione opposta. Nell’incidente Alex Zanardi ha riportato un grave trauma cranico ed è stato trasportato in ospedale con l’elisoccorso.

C’è un’Italia con il fiato sospeso per un atleta e un uomo, prima di tutto, che si è fatto amare per la sua immensa forza di ricominciare, in una vita che l’ha più volte messo alla prova. Numerosissimi, dal mondo politico e dal mondo dello spettacolo e dello sport, ma anche dagli utenti, i messaggi social di incoraggiamento al campione.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

"Quando sei nato non puoi più nasconderti" oggi su RaiMovie (ma c'è anche in streaming)

Sab Giu 20 , 2020
In occasione della ‘Giornata internazionale del rifugiato’ la Rai trasmetterà il film di Marco Tullio Giordana liberamente ispirato al romanzo omonimo del 2003 di Maria Pace Ottieri. Il film, che si è aggiudicato tre Globi d’Oro, un premio speciale a Cannes 2005 e un Nastro d’argento, racconta la storia di Sandro (Matteo Gadola), […]