Neri Pozza celebra i 20 anni de La Ragazza con l’orecchino di Perla e i romanzi della Chevalier

Read Time1 Minute, 35 Second

E’ difficile stabilire cosa renda un libro un bestseller: scrittura, trama, linguaggio, sono solo alcune componenti che fanno di un libro un grande libro.

Alle volte bastano poche parole, secche, frasi asciutte ma impattanti, come delle pennellate corte ma ricche di colore che rendono un quadro vivace all’occhio di chi guarda. Come accade ne La Ragazza con l’orecchino di perla. Il successo mondiale scritto da Tracy Chevalier debuttò vent’anni fa e la sua storia semplice ma potente, come i quadri del Veermer protagonista, ha catturato milioni di lettori.

La storia trae ispirazione dal celebre quadro “La ragazza col turbante” di Jan Vermeer: Griet diventa prima la sguattera di casa Vermeer nella Delft di metà 600. Il suo occhio attento ai colori e la sua capacità di vedere oltre la semplice raffigurazione di un quadro ne fanno prima l’aiutante e poi la modella del pittore. Parole e pittura si mischiano per delineare personaggi e luoghi, ma ben colgono e raccontano l’intensità dei quadri del pittore, le emozioni dei protagonisti, la complicità tra Griet e Vermeer.

Per celebrare questa autrice di talento, che a inizio 2020 ha pubblicato La ricamatrice di Winchester, romanzo che ha scalato le classifiche mondiali e che ci è rimasto per ben sette mesi, Neri Pozza regala una nuova veste grafica ai suoi scritti: Quando cadono gli angeli (Neri Pozza 2002, beat 2012), La dama e l’unicorno (Neri Pozza 2003, beat 2014), L’innocenza (Neri Pozza 2007, 2015), Strane creature (Neri Pozza 2009, beat 2014), L’ultima fuggitiva (Neri Pozza 2013, 2014), I frutti del vento (Neri Pozza 2016). Inoltre, per tale occasione, tutti i romanzi della Chevalier saranno ad un prezzo speciale ( 9,90€), ma solo fino al 3 ottobre. 

Un’occasione imperdibile per immergersi in un mondo di storie dal fascino senza tempo.

Cristina Izzo

Press Office, Press Reviewer, Web Content Creator, Collaborator for LaTuaNotizia,

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Smart working e rimborso spese, il 42% dei dipendenti italiani non sa se verrà rimborsato

Lun Set 7 , 2020
Lavorare da casa? I dipendenti italiani i più confusi a livello europeo:il 42% non sa se il datore di lavoro copre i costi per i dispositivi IT. Un sondaggio di SAP Concur rivela che i lavoratori europei non hanno ben chiaro quali sono le spese coperte dall’azienda mentre sono in smart […]

Non perderti anche