Fabrizio Falco racconta la prigionia di Giuseppe Di Matteo

Read Time1 Minute, 52 Second

Fu uno dei più efferati delitti mafiosi degli ultimi decenni: il rapimento del tredicenne Giuseppe Di Matteo: 779 giorni di prigionia che si conclusero con la sua morte, avvenuta l’11 gennaio del 1996

Dal 22 Gennaio all’1 Febbraio 2020 a​lle 21.00, presso il Teatro Biondo di Palermo, va in scena “Il giardino della memoria” di Martino Lo Cascio,  con Fabrizio Falco e il piccolo Davide Parisi (regia Maurizio Spicuzza, scene Luca Mannino, musiche Angelo Vitaliano).

Il testo teatrale, tratto dall’omonimo romanzo di Martino Lo Cascio, si concentra sui 779 giorni di prigionia del ragazzo, narrati da Fabrizio Falco attraverso un montaggio di materiali documentali e delle deposizioni processuali rilasciate dai responsabili del sequestro e dell’orribile omicidio. Alla banalità del male, che via via emerge da quei racconti, fa da contraltare la voce di Giuseppe, che ascoltiamo in un flusso ininterrotto di coscienza mentre cerca di resistere e di dare un senso a quanto gli sta accadendo. Riflette, sogna, gioca, delira, con la mente sempre più sconvolta dalle privazioni e dalla feroce solitudine.

ph © rosellina garbo 2019

Il monologo di Fabrizio Falco, ripercorre la drammaticità dell’avvenimento, coinvolgendo gli spettatori ad una testimonianza collettiva del tragico avvenimento. La regia di Massimo Spicuzza riesce a trasmettere nell’animo dello spettatore la ricerca profonda delle cause di questo vile assassinio.

La musica del compositore Angelo Vitaliano, diventa la compagna della solitudine che attanaglia il protagonista, riuscendo con le sue vibrazioni ad assicurare la giusta drammaticità dell’avvenimento.

Fabrizio Falco

Attore teatrale e cinematografico, dopo essersi diplomato in arte drammatica a Roma nel 2010, prende parte a varie produzioni. Vincitore del Premio Marcello Mastroianni alla Mostra del Cinema di Venezia del 2012 per le sue interpretazioni in È stato il figlio di Daniele Ciprì e in Bella addormentata di Marco Bellocchio, Fabrizio Falco è uno degli attori emergenti più talentuosi ed eclettici del panorama italiano.

Nel 2015 è stato in teatro con Lehman Trilogy per la regia di Luca Ronconi e al cinema con i Taviani nel film Merviglioso Boccaccio.

Nel 2016 fa parte del cast de “Le ultime cose”di Irene Dionisio , mentre nel 2017 insieme ad Agnese Claisse è protagonista di “Blue Kids” di Andrea Tagliaferri.

Sebiano Chillemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

È la Giornata Europea della protezione dei dati personali

Mar Gen 28 , 2020
Generalmente le persone non conoscono i rischi associati alla protezione dei dati personali e i propri diritti in questo ambito. Raramente sono consapevoli di ciò che possono fare se ritengono che i propri diritti siano stati violati o del ruolo delle agenzie nazionali di protezione dei dati.