La vita di Botero raccontata in un film

Read Time1 Minute, 12 Second

“Dipingere vuol dire bilanciare tutto per trovare un’armonia e una soluzione”. Fernando Botero, all’età di 87 anni, è probabilmente l’artista vivente più celebrato al mondo

Adesso il pittore e scultore colombiano si racconta nel documentario ‘Botero-Ricerca senza fine’, diretto dal canadese Don Millar e prodotto dalla figlia Lina.

Il film, nelle sale italiane dal 20 gennaio al 22 gennaio con Feltrinelli Real Cinema e Wanted Cinema, è stato girato in dieci città tra Cina, Europa, New York e Colombia.

“L’idea di girare un documentario su mio padre – spiega Lina Botero in un’intervista rilasciata a Iodonna è venuta a Don quando si trovava con noi in Cina per seguire la mostra che si è articolata tra Pechino, Shanghai e Hong Kong, e che è stata vista da più di un miliardo di persone. Lì abbiamo deciso di usare come chiave di lettura della vita e del lavoro di mio padre la famiglia, noi tre figli riuniti attorno a lui. Volevamo che il film che racconta un artista riconoscibile come è Botero, che lavora da 70 anni e ha prodotto una mole incredibile di opere, fosse un documentario intimo. A quel punto sono salita a bordo come produttore esecutivo.

Il film è arricchito dall’intervento di critici d’arte, curatori, storici e accademici che contribuiscono a rivelare al pubblico la creatività e le convinzioni di una delle personalità più amate dell’ambito artistico contemporaneo. 

S.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Arriva The stagerring girl, il film di Luca Guadagnino sulla moda

Mer Gen 22 , 2020
A Parigi, è tempo di Haute Couture e non solo. La Ville Lumiere sta vivendo il fasto delle collezioni dell’alta moda, ma non tutti. Luca Guadagnino, regista premio Oscar per Call me By your name,ha presentato allo scorso Festival di Cannes The Staggering Girl, film creato da uno speciale incontro, […]