È il Blackout Tuesday: lo stop del mondo dello spettacolo per la morte di Floyd per dire “no” al razzismo

Read Time1 Minute, 32 Second

Le case discografiche, tutte le aziende del settore, artisti e musicisti, mondo della comunicazione, si uniscono in questa manifestazione di solidarietà per quanto accaduto in America con la morte di George Floyd. Anche LaTuaNotizia vuole aderire, pubblicando a corredo di questo articolo uno sfondo nero. #BlackOutTuesday #theshowmustbepaused

Un evento violento che ha suscitato reazioni altrettanto forti a Minneapolis, dove Floyd è morto dopo che un ufficiale si era inginocchiato sul suo collo per 9 minuti.
Così, da tutte le parti del mondo, si è levato un grido di allarme per questo nuovo exploit di razzismo e gli esponenti del mondo musicale hanno deciso di ribadire il proprio “no” al razzismo partecipando al #BlackoutTuesday. Un giorno in cui staccare dal lavoro e dare il proprio sostegno alla comunità, in quanto rappresentanti della cultura, con il compito di dare un segnale forte.

Molte etichette discografiche e artisti stanno prendendo parte a questa iniziativa, così come numerose sono le petizioni avviate dalla morte di Floyd per affermare la giustizia. Inoltre, le stelle del mondo dello spettacolo stanno anche effettuando delle donazioni per aiutare a pagare le cauzioni per i manifestanti arrestati durante le manifestazioni negli Stati Uniti.

Non solo la musica, ma anche il mondo del cinema si ferma oggi, 2 giugno, per il Blackout Tuesday, in memoria di George Floyd, 46enne morto durante un fermo di polizia.
In occasione del Blackout Tuesday, molti artisti e case di produzione stanno oscurando di nero i propri profili social in segno di solidarietà con l’hashtag #theshowmustbepaused. Lo spettacolo dunque si ferma e anche il mondo della comunicazione. Un invito a riflettere su quanto accaduto a Floyd e su quanto sta accadendo in conseguenza della sua morte.

Anche LaTuaNotizia aderisce con un’immagine a fondo nero.

Perché il razzismo non è lontano e nessuno di noi deve sentirsi escluso da questo tipo di avvenimenti.

Antonella Trifirò

Giornalista pubblicista, appassionata di lettura e scrittura in tutte le forme. Scrivere per vivere e raccontare.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

2 Giugno 2020, Mattarella a Codogno rende omaggio alle vittime del Codid-19 (Video)

Mar Giu 2 , 2020
Nel 74° anniversario della nascita della Repubblica Italiana, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è recato a Codogno, luogo simbolo dell’inizio della pandemia, per rendere omaggio a tutte le vittime del Covid-19 e a quanti hanno affrontato in prima linea la lotta contro il coronavirus. Nel corso della cerimonia […]

Non perderti anche