Press "Enter" to skip to content

Shake your hand, Alessandro Michele svela la nuova campagna di Gucci

Foto – Vice

Creare una campagna di moda non è semplice. Complici i ritmi serrati, le location non sempre disponibili, il calendario fitto di impegni di modelle e fotografi. E del leitmotiv della campagna? Deve essere accattivante, comunicare il messaggio giusto, raccontare una storia che appassioni lo spettatore e soprattutto che faccia venir voglia di avere la collezione. E, mentre si cerca di realizzare la miglior campagna possibile con effetti speciali stravaganti, c’è chi torna a raccontare le cose partendo da gesti semplici, puri, che tutti facciamo tutti i giorni. Come stringere la mano.

E’ questo il focus della nuova campagna di Gucci: scattata da Ari Marcopoulos, l’adv accende i riflettori sull’ultima creazione della maison, il nuovo orologio unisex Grip e sulle nuove versioni del G-timeless automatic. Grip prende spunto dal mondo dello skateboarding: l’orologio aderisce al polso così come la scarpa al griptape di uno skateboard. In uno dei modelli Grip, la cassa è in Pvd oro giallo, con tre finestrelle che indicano l’ora, i minuti e la data. Il bracciale, sempre in Pvd oro giallo, è inciso con il logo della maison. In un’altra versione, la cassa è in acciaio e il cinturino intercambiabile è in pelle di alligatore verde.

Mettendo al centro il nuovo orologio, la campagna racconta di un ipotetico leader forte, sicuro di sé, alle prese con una campagna elettorale che lo porta in giro a confrontarsi con persone diverse, tutte accomunate da un semplice gesto; così facendo, Marcopoulos fa cadere il velo del mito del potere in una serie di incontri ravvicinati con il pubblico.

Foto – Gucci Official Page
Condividi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mission News Theme by Compete Themes.