Dl Rilancio, Floridia (M5S): “La mobilità sostenibile sta diventando realtà. Continua la rivoluzione verde del Ministero dell’Ambiente”

Read Time1 Minute, 15 Second

Per anni si è parlato di “mobilità sostenibile” come un miraggio, un qualcosa di irrealizzabile. A poco a poco quel miraggio sta diventando realtà

120 milioni per l’acquisto di bici, segway, hoverboard e monopattini elettrici. Continua la rivoluzione verde del Ministero dell’Ambiente e portata avanti tenacemente dal Ministro Costa. Con questa norma contenuta all’interno del Decreto Rilancio nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti, è riconosciuto un “buono mobilità”, pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500, a partire dal 4 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020. La Fase 2, quella di convivenza con il Covid 19 e che ci stiamo apprestando ad affrontare, comporterà muterà giocoforza anche il modo in cui noi abitualmente usufruiamo dei mezzi pubblici. Questa misura pone una importante alternativa al mezzo pubblico grazie alla possibilità di acquistare un veicolo elettrico o comunque una bici a pedalata assistita“. E’ quanto afferma in una nota la senatrice M5S e membro della commissione ambiente al Senato, Barbara Floridia.

Una norma – si legge ancora nel documento – che guarda anche ai Comuni i quali avranno la possibilità di sviluppare “corsie ciclabili” per la sicurezza dei fruitori di questi mezzi e di tutti i cittadini. Per anni si è parlato di “mobilità sostenibile” come un miraggio, un qualcosa di irrealizzabile. A poco a poco quel miraggio sta diventando realtà. Oggi – conclude la senatrice M5S – poniamo un altro mattoncino verso questo grande e rivoluzionario obiettivo”.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Dolce&Gabbana lancia #DGFattoincasa

Gio Mag 14 , 2020
Durante l’emergenza Dolce&Gabbana non è stata ferma, partecipando attivamente agli aiuti e finanziando la ricerca contro il COVID19. E ora, per questa fase 2, il brand guidato da Domenico Dolce e Stefano Gabbana non sta certo con le mani in mano.