Read Time1 Minute, 45 Second

E’ il dolce siciliano più amato e conosciuto fuori dall’Isola. Gli stranieri ne vanno pazzi, gli italiani lo apprezzano ogni volta che possono. Il cannolo siciliano conquista tutti: morbidezza e croccantezza si incontrano in un dolce unico. Il merito di tanto successo è dovuto anche a siciliani che lo hanno portato in giro per farne conoscere la bontà, tra questi si annovera anche La Cannoleria Siciliana.

Con ben tre punti vendita a Roma ( e il quarto è in dirittura d’arrivo), La Cannoleria ha negli anni conquistato un pubblico sempre più crescente grazie alla bontà dei suoi prodotti e alla fedeltà alla ricetta tradizionale. Romani, turisti, e anche siciliani che ne hanno avuto l’occasione, hanno potuto gustare in tutta tranquillità il cannolo. Ma il tempo corre, e chi può sedersi per gustare qualcosa che piace? Rinunciarci sarebbe un peccato, e La Cannoleria Holding, società proprietaria dei locali, ha pensato bene di venire incontro alle esigenze del pubblico: ad aprile aprirà il quarto store del brand, questa volta in zona Prati.

La Cannoleria Siciliana

Uno store più piccolo, dove prendere un cannolo al volo e gustarlo fra un impegno e l’altro. Impresa rischiosa, soprattutto per un dolce che deve essere riempito al momento dell’ordinazione, o si può dire addio alla croccantezza della cialda. Ma il rischio piace alla Cannoleria Holding, anche se dal board fanno sapere che questo è soltanto un test per capire le potenzialità di questo tipo di format. Se avrà successo, il modello sarà replicabile su larga scala, e non solo nazionale. Infatti, il primo step sembrano essere le Filippine, e sicuramente anche Londra: una bella sfida, perché il cannolo è un dolce ben diverso da quelli tipici dei paesi indicati dal board, ma è anche questo il fascino della globalizzazione: una mescolanza di cibi e culture. Su scala nazionale, il prossimo target è Milano, la  città più multiculturale d’Italia, che dopo Expo è diventata una certezza nel panorama imprenditoriale.

Progetti a lungo termine, e per chi non sa aspettare, c’è sempre la Sicilia per mangiare un vero, buon cannolo.

1 0
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *