Condizioni meteo estreme e cambiamenti climatici. Da Lisbona verso una rete di trasporto resiliente

Read Time1 Minute, 23 Second

Contribuire a migliorare, con nuove tecnologie e soluzioni tecniche, la gestione e la sicurezza dei sistemi infrastrutturali. Con questo obiettivo si è svolto recentemente a Lisbona, in Portogallo, un global summit della IBTTA.

La sigla indica l’International Bridge, Tunnel & Turnpike Association, una associazione mondiale, con sede negli Stati Uniti, che raccoglie alcune tra le maggiori aziende al mondo che operano non solo nell’esercizio delle concessioni autostradali pubbliche e private.

Vi ha preso parte per la prima volta, con un bilancio decisamente positivo, anche la società italiana Ecogest. La collaborazione tecnica fornita ad AISCAT Servizi S.r.l. per l’intervento assegnato all’Italia, ed i numerosi contatti e scambi di esperienze tecniche e commerciali intercorsi con operatori provenienti da 30 Paesi e 4 Continenti, hanno garantito alla Ecogest non solo un adeguato palcoscenico internazionale, ma anche l’avvio di importanti collaborazioni professionali. A dare il benvenuto nella famiglia della IBTTA l’executive Director e CEO dell’associazione, Pat Jones, che ha avuto modo di confrontarsi con Valerio Molinari, azionista di riferimento della Ecogest, e con Pietro Torchi Lucifora, Direttore Generale della società.

A Lisbona è stato presentato lo studio elaborato in collaborazione da Aiscat Servizi ed Ecogest sulle Strategie integrate per una rete di trasporto resiliente contro condizioni meteorologiche estreme ed i cambiamenti climatici. Un palcoscenico d’eccezione per Ecogest, che accredita l’azienda ravennate quale partner tecnico delle più importanti associazioni europee e mondiali nel settore delle infrastrutture di trasporto. A presentare lo studio è stato l’Ing. Federico Di Gennaro, head of strategist projects di Aiscat servizi. Preziosa in questo senso la collaborazione della struttura tecnica di Ecogest che ha fornito dati e supporto operativo per la definizione dello studio.

Edgar Allan

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

"Un chien andalou", compie 90 anni il capolavoro surrealista. A Roma una mostra

Ven Nov 8 , 2019
Era il 1929 quando Luis Buñuel, uno dei più grandi cineasti della storia, con la stretta collaborazione dell’artista Salvator Dalì realizzò Un chien andalou, un cortometraggio di 21 minuti, sua opera prima, destinato ad entrare nella storia del cinema di tutti i tempi.

Non perderti anche