Whole Foods Market svela i trend alimentari per il prossimo anno

Recentemente, buyer ed esperti di Whole Foods Market hanno svelato quali saranno le tendenze alimentari per il prossimo anno. Se per il 2019 era stato preventivato un aumento di prodotti a base di cannabis, di carne finta e di imballaggi eco, per questo 2020 il trend cambia.

Read Time1 Minute, 46 Seconds

La moda ha i suoi trends, e così anche al mondo della gastronomia. Recentemente, buyer ed esperti di Whole Foods Market hanno svelato quali saranno le tendenze alimentari per il prossimo anno. Se per il 2019 era stato preventivato un aumento di prodotti a base di cannabis, di carne finta e di imballaggi eco, per questo 2020 il trend cambia.

Dopo attenta ricerca sui prodotti, il team ha visto che l’attenzione per il mondo vegan è in crescita, così come sono cambiate le abitudini dei consumatori, ora più attenti ad un consumo alimentare più consapevole e responsabile, danno spazio a tantissime verdure, mentre diminuisce la carne, e soprattutto usano moltissime alternative ai latticini. Ma cosa mangeremo l’anno prossimo?

Sicuramente lo sguardo si sposterà sull’Africa e sui suoi tesori, quali il Moringa, il tamarindo, il sorgo, il fonio, il teff e il miglio. Nelle cucine, le farine alternative prenderanno il sopravvento, e anche lo zucchero bianco cede il posto a zuccheri alternativi, riduzioni di sciroppo da frutta come melograni, cocco e datteri. Il mondo diventa più vegan, latticini, uova e burro vengono usati nelle loro versioni vegan: il burro sarà ricavato dai semi di zucca, dalle noci, gli anacardi, le mandorle, i ceci, i semi di anguria o la salsa tahini; e per i fan della fake meat c’è da gioire perché i  surrogati di carne saranno in cima alla lista delle scelte alimentari.

Tutto è cominciato con gli snack vegani, nati come prodotto alimentare per una nicchia, ora sono un must nelle diete alimentari della maggior parte della popolazione mondiale. Spazio quindi barrette di granola, presto disponibili anche in versione fresca da frigo, con frutta e semi.

Il Whole Foods Market ha puntato l’attenzione anche sull’agricoltura rigenerativa, sull’efficacia del metodo bio-intensivo e, soprattutto, sull’importanza ora più che mai sulle pratiche di gestione del territorio pensate per preservare il suolo e diminuire la produzione di CO2. Quest’ultimo è l’obiettivo in campo agricolo per il 2020: un nuovo modello di coltivazione per migliorare la biodiversità e contribuire alla lotta contro il riscaldamento globale. Perché il climate change passa anche da ciò che mangiamo.

0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close