#coronavirus : quando il “gratis” aiuta a resistere alla quarantena

Read Time2 Minute, 24 Second

In questo periodo contraddistinto dall’emergenza COVID-19, le solite attività aggregative o culturali hanno subito una sensibile battuta di arresto, mettendo a rischio l’operato di numerosi professionisti del settore. A tamponare gli effetti deleteri del lockdown generale dell’Italia, è intervenuta la campagna di Solidarietà Digitale del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

Tale campagna, infatti, fa in modo che diverse imprese di forniscano gratuitamente e online i loro contenuti digitali, permettendo agli utenti di usufruirne comodamente da casa, nel rispetto di quanto previsto dai DPCM, che si sono susseguiti nella prima metà di marzo.

Già dall’11 marzo, Amazon, che aveva dato l’opportunità a coloro che risiedevano nelle zone rosse lombarde di usufruire di un periodo gratuito della piattaforma streaming Amazon Prime (fino al 31 marzo), ha fatto dietrofront, non appena la zona rossa è stata estesa a tutta Italia. Una scelta del genere è più che normale visto che avrebbe fornito a una enorme fetta di mercato l’opportunità di intrattenersi con i contenuti Amazon, sebbene l’impresa americana fornisce un mese di prova gratis per tutti i nuovi utenti.

Ma le possibilità fornite da internet non si limitano alla sola Amazon, e numerosi contenuti possono essere trovati su altre piattaforme.

Ultimamente è stata Rakuten TV a estendere il set di contenuti della sezione free.

La Minerva Pictures ha inoltre messo a disposizione cento film gratis sulla piattaforma The Film Club che richiede la registrazione dell’utente, e che può essere trovato anche sull’omonima app per dispositivi mobili.

Infinity, a seguito di registrazione, a partire dal 7 marzo ha messo a disposizione due mesi gratuiti per accedere ai suoi contenuti.

Dplay Plus in occasione dell’emergenza sanitaria, fa durare un mese la prova gratuita. In questa piattaforma, si ritrovano i prodotti Discovery Channel, Discovery Science, Investigation Discovery, Animal Planet oltre ai contenuti di altre reti televisive.

In questo periodo di crisi e quarantena, è utile ricordare che anche le due grandi reti televisive italiane, RAI e Mediaset, che mettono a disposizione sulle proprie piattaforme online – rispettivamente RaiPlay e Mediasetplay – un catalogo molto ricco di contenuti, che spaziano dai film alle serie tv, dai documentari alle repliche delle puntate dei differenti format.

Alla campagna di solidarietà digitale hanno risposto anche istituti di cultura cinematografica, come la Cineteca di Milano che, dopo la registrazione, permette di fruire di tutti i contenuti conservati. Molto simile è stata l’iniziativa del Museo Nazionale del Cinema di Torino che mette a disposizione il suo archivio Vimeo.

Allo stesso modo sono intervenuti il Sole Luna Doc Film Festival che mette a disposizione i suoi contenuti, gratis fino al 3 aprile. L’Ischia Film Festival che ha messo a disposizione alcuni dei film che hanno partecipato al concorso.

Su YouTube proliferano anche i canali che forniscono in modo legale lo streaming di numerosi film. Si segnalano Movie On, I migliori film completi, Kiss Tube.

Antonino Mangano

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

LaTuaCucina, ecco la crostata morbida alle fragole di Antonella

Dom Mar 22 , 2020
Mi chiamo Antonella e sono mamma di un bimbo di 6 anni e di una bimba in arrivo! Fin da piccola mi è sempre piaciuto preparare dolci, mi rilassava. Ho coltivato questa passione giorno dopo giorno, cimentandomi anche in preparazioni più complesse. Adoro vedere i visi soddisfatti della mia famiglia […]