“La Fase 2 sarà meno dolorosa, ma più difficile”

Read Time1 Minute, 26 Second

Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Comitato tecnico scientifico chiamato dal governo a gestire l’emergenza Coronavirus, lo aveva già detto giorni fa, in un’intervista ad Avvenire.

«Senza la responsabilità individuale di ogni italiano la “Fase 2” non avrà le gambe per andare troppo lontano e rischieremmo di vanificare tutti gli sforzi fatti».

«L’aspetto più preoccupante è che possa diffondersi la percezione collettiva d’essere fuori da una situazione emergenziale.  Voglio essere chiaro da subito: la stella polare della “fase 2” saranno i nostri comportamenti, all’interno di una ripresa graduale e cauta che si fonda sulla responsabilità di ciascuno di noi. E su un nuovo comandamento sociale a cui tutti dovremo rispondere: il distanziamento fisico. Senza questi punti fissi, vanificheremmo tutti i risultati ottenuti.»

E le parole del Premier Conte di ieri confermano quanto affermato dal professor Locatelli: «Se ami l’Italia mantieni le distanze. Non affidiamoci al risentimento, scacciamo via la rabbia. Pensiamo a cosa ognuno di noi potrà fare per la ripresa. Sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi: non bisogna mai avvicinarsi, la distanza di sicurezza deve essere di almeno un metro. Se non rispettiamo le precauzioni la curva risalirà, aumenteranno i morti e avremmo danni irreversibili per la nostra economia» . Come riportato nel nostro articolo qui.

Insomma, se stare chiusi in casa è stato faticoso ma tutto sommato semplice, uscire sarà liberatorio, ma più difficile. La data del 4 maggio non coincide con la fine dell’emergenza. Il virus è ancora tra noi, la battaglia non è ancora vinta, siamo solo all’inizio.

Bisogna tenerlo bene in mente: fin quando non troveremo un vaccino, la nostra vita non potrà tornare quella di una volta.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

CoronaVirus Fase 2: ecco il TESTO del Dpcm del 26 aprile, con lo schema di monitoraggio del rischio sanitario

Lun Apr 27 , 2020
Come annunciato ieri sera, dopo le 20, dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, l’Italia entra dal 4 maggio nella fase 2 dell’emergenza sanitaria determinata dal CoronaVirus. Vediamo il testo integrale del nuovo decreto