La Scacciata siciliana con bietole e tuma

Read Time2 Minute, 26 Second

La Scacciata è una specialità siciliana, una sorta di pizza ripiena dall’impasto sottile e leggermente croccante da farcire in tantissimi modi.

La ricetta più diffusa è quella con Tuma, Acciughe e Olive che può essere arricchita con cavolfiore, salsiccia, broccolo, spinaci, bietole o tutto ciò che avete a disposizione.

La nascita della scacciata siciliana risale al XVII secolo, si tratta di un piatto povero legato principalmente alla tavola dei contadini. Il ripieno di allora era costituito quasi sempre di verdure, e talvolta con avanzi di verdure e carne.

Col tempo, le scacciate si diffusero anche nel contesto urbano. Nel 1763 Moncada, principe di Paternò, decise di offrire le scacciate ai suoi ospiti in occasione del Natale, e da allora vengono associate alle festività natalizie.

Ma adesso scoprite con noi la ricetta della Scacciata siciliana con bietole e tuma.

Ingredienti
Per la scacciata

450 g farina di grano d’uro rimacinata
150 g farina 00
320 g acqua circa
1 bustina lievito secco
40 g olio d’oliva
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini sale

Per il ripieno
500 g bietole selvatiche
1 scalogno
Peperoncino e sale q.b.
500 g formaggio fresco (pecorino o tuma)
5 acciughe sott’olio circa

Procedimento
Versate le farine mescolate e setacciate in una ciotola insieme al lievito secco, lo zucchero, l’olio e l’acqua tiepida piano piano. Iniziate a lavorare gli ingredienti con l’aiuto di una forchetta e poi con le mani. Quando saranno amalgamati aggiungete il sale.
Se sarà necessario aggiungete ancora dell’acqua. A secondo della farina usata può cambiare l’assorbimento di acqua.
Una volta amalgamati bene gli ingredienti versate l’impasto su un piano leggermente infarinato e lavoratelo con le mani per circa 10 minuti o finché non avrete ottenuto un impasto compatto e morbido
Mettetelo in una ciotola leggermente unta di olio, coprite con pellicola e lasciate lievitare per circa 2 ore o fino al raddoppio.

Nel frattempo che l’impasto lievita preparate gli ingredienti per il ripieno.
Pulire e lavare bene la bietola.
In un’ampia padella fate scaldare l’olio con lo scalogno tritato e il peperoncino, aggiungete la bietola e coprite con il coperchio per fa appassire, quando sarà un po’ appassita aggiungete il sale e continuate a cuocere per circa mezz’ora, poi spegnete e lasciate raffreddare.

A lievitazione ultimata, prendete l’impasto e dividetelo in due parti.
Stendete una parte con le mani su una teglia unta d’olio, bucherellate con la forchetta e mettete la bietola, le acciughe e la tuma a pezzetti. Coprite con l’altra parte d’impasto allargato con le mani. Chiudere bene i bordi, bucherellare con la forchetta e spennellare la superficie con un’emulsione di acqua e olio.

Infornare in forno preriscaldato a 200° in funzione ventilata per circa 20-30 minuti regolatevi comunque per i tempi di cottura con il vostro forno, la scacciata dovrà essere dorata. Toglietela dal forno, spennellatela nuovamente con l’emulsione di acqua e olio e lasciatela raffreddare leggermente su di una grata prima di tagliarla e servirla.

Daniela Musarra

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Alla scoperta de “L’Officina del vino”, l’agri-wine bar della Cantina Pizzolato

Mer Dic 1 , 2021
Un luogo che fin dal nome rievoca la passione e la dedizione che da sempre la famiglia Pizzolato ha verso la produzione di vino 100% biologico e a cui oggi dedicano uno spazio privilegiato dove in ogni calice si potrà scoprire e svelare il lavoro dell’agricoltore Si chiama “L’Officina del […]