Alla scoperta dei film fuori concorso a Venezia

Read Time2 Minute, 29 Second

Oltre ai ventuno film in gara selezionati dalla giuria della Biennale, alla 78° edizione della Mostra del Cinema di Venezia saranno presentati anche diciannove film fuori concorso, che impreziosiscono ancor più il palinsesto di un festival ad altissimo livello qualitativo.

Tra questi, ben cinque sono i documentari musicali dedicati ad alcuni dei più grandi artisti internazionali. Grande curiosità per quello dedicato ad Ennio Morricone, realizzato da Giuseppe Tornatore: “Ennio”, un ritratto a tutto tondo del compositore che più di qualunque altro al mondo ha legato la propria attività artistica al mondo del cinema.

“Ho lavorato trent’anni con Morricone – racconta Tornatore – ho fatto con lui quasi tutti i miei film, per non contare i documentari, gli spot pubblicitari e i progetti che abbiamo cercato di mettere in piedi senza riuscirci. In tutto questo tempo il nostro rapporto di amicizia si è consolidato sempre più. Film dopo film, man mano che la mia conoscenza del suo carattere di uomo e di artista si faceva più profonda, mi sono sempre chiesto che documentario avrei potuto fare su di lui. E oggi si è avverato il sogno”. 

Gli altri documentari musicali sono “Hallelujah: Leonard Cohen, A Journey, A Song” , dei registi Daniel Gellar e Dayna Goldfine, “Becoming Led Zeppelin” di Bernard MacMahon, “Ezio Bosso. Le cose che restano”, di Giorgio Verdelli ed infine “DeAndré#DeAndré” , tributo personale del figlio Cristiano al grande padre Fabrizio.

Per quanto riguarda gli altri film fuori concorso, presenti pellicole con nomi di primo piano nel panorama cinematografico mondiale.

L’attrice Jamie Lee Curtis (che quest’anno riceverà il Leone d’Oro alla carriera) sarà la protagonista di Halloween Kills del regista David Gordon Green. “Siamo onorati che la Mostra del Cinema di Venezia sia il luogo della nostra presentazione internazionale – ha dichiarato Gordon Green – Non avremmo potuto scegliere una città migliore, o più bella, per dare inizio al nostro regno di terrore.”

Altra star presente sarà Matt Dillon, nella doppia vesta di attore e sceneggiatore di The Last Duel del regista Ridley Scott. “La prima volta che ho sentito parlare dell’ultimo duello legalmente autorizzato disputato nella Francia medievale, – afferma Scott – ho capito subito che se ne sarebbe potuto ricavare un film potente. E quando ho saputo che Matt Damon, Ben Affleck, e Nicole Holofcener stavano scrivendo la sceneggiatura, non ho avuto dubbi sul fatto che sarei stato io a dirigerlo“.

Grande successo ha riscontrato la proiezione di “Dune” di Denis Villeneuve con il talentuoso Timothée Chalamet. “Dune è stato sognato e approntato per l’esperienza cinematografica – spiega Denis Villeneuve – Il grande schermo non è semplicemente un altro format, è il centro del linguaggio cinematografico. La forma originale. Quella che resisterà alla prova del tempo”.

Doppietta invece per Silvio Orlando che è presente in due film: “Ariaferma” di Leonardo Di Costanzo e “Il bambino nascosto” di Roberto Andò. Altri film italiani sono “Viaggio nel crepuscolo” di Augusto Contento, e “La scuola cattolica” di Stefano Mordini.

S.C.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Mostra del Cinema di Venezia: che look!

Mer Set 8 , 2021
La Mostra del Cinema di Venezia è da sempre un evento glamour, il red carpet è un banco di prova difficile da passare, eppure l’edizione attuale sta regalando sorprese, con pochissime o zero sbavature.