Fiori protagonisti al Festival 2020… ma anche dentro i nostri piatti

Read Time3 Minute, 30 Second

Dopo tante polemiche quest’anno, finalmente, i fiori torneranno anche sul palco dell’Ariston. Saranno protagonisti della serata del giovedì, quella dedicata ai duetti e alle cover delle canzoni che hanno fatto la storia del Festival. “I fiori sono il simbolo indiscusso di questa magnifica città”, come sottolineato dallo stesso Amadeus, ma voi sapevate che i fiori si posso anche mangiare?

Ebbene si, l’uso in cucina dei fiori risale addirittura a migliaia di anni fa, dalla civiltà cinese a quella romana alla greca. Molte culture usano queste meraviglie della natura nelle loro ricette tradizionali.
Aggiungere fiori nei nostri piatti può essere un buon metodo per dare colore, sapore e fantasia e più importante sono un’ottima fonte di salute e di benessere.
Spesso vengono utilizzati in insalate, tisane, infusi, come guarnizione soprattutto di dessert o nei cocktail.
Ovviamente non tutti i fiori possono essere utilizzati in cucina, quelli commestibili sono i fiori edibili, quelli più comunemente usati sono calendula, lavanda, iris, margherita, malva, rosa, violetta, primula, ecc… Come non elencare il conosciutissimo fiore di zucca, il fiore del rosmarino, il fiore del limone. Come avrete già capito i fiori che possono arricchire i nostri piatti, che siano freddi o caldi, sono veramente numerosi.

Eccovi una lista di fiori commestibili che potrete utilizzare nelle vostre ricette, divideremo l’elenco in base al gusto che daranno alla vostra pietanza.

Sapore dolce
Questi fiori con il loro sapore dolciastro sono indicati nelle preparazioni o come decorazione di torte, muffin, biscotti e dolci al cucchiaio.
Di questa categoria fanno parte: Angelica, Belle di giorno, Camomilla, Cerfoglio, Citrus, Finocchio, Garofano, Gelsomino, Gerani, Ibisco, Menta, Rosa, Trifoglio e Viola.

Piccanti, pungenti e pepati
Questi fiori daranno carattere ai vostri piatti. Si adattano a preparazioni salate e, se volete osare, provate a utilizzarle nelle preparazioni dolci.
Di questa categoria fanno parte: Calendula, Crisantemo, Lilla, Nasturzio, Ravanello e Rucola.

Aciduli
Per aromatizzare o semplicemente per creare contrasto tra i sapori, questi fiori dalle note acidule possono essere sempre utili.
Di questa categoria fanno parte: Begonia e Verbena odorosa.

Amari
Per gli amanti dei sapori forti, questi fiori donano un leggero gusto amarognolo alle preparazioni.
Di questa categoria fanno parte: Cicoria e Dente di leone.

Per le preparazioni salate
Ognuno con il suo sapore caratteristico, questi fiori si adattano a insalate, zuppe, paste e risotti
Di questa categoria fanno parte: Allium, Aneto, Basilico, Borragine, Coriandolo, Fiordaliso, Fiori di zucca, Girasole, Gladiolo, Monarda, Pratolina (o margheritina dei prati), Salvia e Tarassaco.

Per voi abbiamo pensato a una ricetta che potrete gustare come fine pasto e che accompagni e addolcisca la visione dell’imminente Festival di Sanremo.

Cheesecake alle rose

Ingredienti
500 ml di panna fresca;
2 cucchiai pieni di formaggio fresco spalmabile;
250 mg di mascarpone;
250 g di zucchero a velo;
Rose essiccate per uso alimentare q.b.;
15 g di colla di pesce;
Colorante alimentare rosso q.b.;
80 g di burro;
200 g di biscotti secchi;

Procedimento
Tritate i biscotti e aggiungete il burro, create la base su una tortiera a cerniera ricoperta con della carta forno. Livellate la superficie aiutandovi con il dorso del cucchiaio e lasciate riposare la tortiera in frigo per un’ora circa.
Nel frattempo preparate la crema di rose per la tua torta. Riscaldate la panna fino a farle sfiorare il bollore e aggiungeteci i boccioli per uso alimentare. Spegnete il fuoco, lasciate in infusione e infine fate raffreddare.
Filtrate la panna ed eliminate i boccioli, che nel frattempo avranno rilasciato il loro sapore e profumo. Aggiungete un goccio di colorante rosso in modo che la panna diventi color rosa.
Lasciate in frigorifero a raffreddare. Mettete in ammollo in acqua fredda la colla di pesce per una decina di minuti, scolatela e strizzatela. Fatela sciogliere in un pochino di panna calda.
Sbattete la panna fredda con lo zucchero, una volta montata aggiungete il formaggio spalmabile e il mascarpone e mescolate dal basso verso l’alto per non farla smontare. Aggiungete anche la colla di pesce sciolta e mescolate sempre dal basso verso l’alto. Livellate il composto sulla base di biscotti e lasciate la cheesecake in frigo per circa 6 ore o per tutta la notte. Decorate con i petali di rose.

E buon Festival di Sanremo, con le ricette de LaTuaNotizia!

Daniela Musarra

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

“Viaggio immaginario nella Sicilia della memoria”: al Teatro Alfieri di Naso poesia e cinema in scena con Kaballà e Vasta

Mar Feb 4 , 2020
Contaminazione tra musica colta e popolare, poesia e letteratura, cinema e teatro, lo spettacolo vedrà sul palco insieme con l’eclettico musicista siciliano Giuseppe “Pippo” Rinaldi, in arte Kaballà, anche il polistrumentista Antonio Vasta al pianoforte